I disturbi allo stomaco sono molto diffusi nel nostro Paese

I disturbi allo stomaco sono molto diffusi nel nostro Paese

Molti italiani, circa 15 milioni ossia uno su quattro, soffrono di disturbi addominali, come gonfiore, bruciore e stitichezza, e per questo dal 1 novembre inizierà una campagna di informazione

da in Caldo, Dolore, News Salute, Prevenzione, Sanità, Stomaco
Ultimo aggiornamento:

    disturbi stomaco diffusi

    In Italia, sono molte le persone che soffrono di disturbi allo stomaco. Questi problemi si presentano in particolar modo in queste stagioni, autunno-inverno, a causa della diminuzione delle temperature e del cambiamento delle abitudini alimentari. Infatti, con il caldo dell’estate, anche l’alimentazione è molto diversa, si preferiscono piatti leggeri e freddi, cosa completamente diversa nella stagione fredda. Questi cambiamenti portano all’insorgenza di dolori e gonfiori addominali, stitichezza, bruciori.

    Per sensibilizzare le persone verso la prevenzione e, soprattutto, l’informazione, l’Apoteca Natura e Società italiana di medicina generale (Simg), farà partire, dal prossimo 1 novembre, in 500 farmacie italiane una campagna di informazione, chiamata “Stomaco e intestino al centro della tua salute“. Grazie a quest’organizzazione si potranno dare precise informazioni alle persone sia per prevenire, sia per chi soffre di questi disturbi.

    Infatti, nelle farmacie ci si potrà sottoporre ad un test specifico che permetterà a tutti i pazienti di ricevere consigli di automedicazione e prevenzione.

    Grazie a questo test, completamente gratuito, e ad un questionario, che verrà consegnato al farmacista, si potrà avere la giusta informazione sui disturbi addominali, e come comportarsi in questi casi. La figura del farmacista, durante questa campagna, è molto importante, in quanto sarà indispensabile per chiarimenti, ed una sorta di filtro tra il paziente stesso ed il medico specialista. Questa iniziativa è molto importante se si pensa al numero elevato di persone che ne soffrono: 15 milioni di italiani, ovvero uno su 4.

    313

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CaldoDoloreNews SalutePrevenzioneSanitàStomaco
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI