I danni del sole sulla pelle: come proteggersi

I danni del sole sulla pelle: come proteggersi

In vista della voglia di tintarella, che nonostante il meteo, ha già contagiato migliaia di italiani, meglio imparare a proteggere la pelle dai possibili danni del sole

da in Benessere, In Evidenza, Pelle, Sole
Ultimo aggiornamento:

    Proteggere la pelle dai danni del sole

    Tempo di estate, voglia di sole e di tintarella? La risposta è affermativa per la maggior parte dei connazionali che attendono con trepidazioni la fine di queste giornate piovose per tuffarsi in bagni di sole e di abbronzatura. Attenzione, però, il prezzo da pagare per la pelle potrebbe essere decisamente più caro del previsto: per evitare i possibili danni del sole, ecco come proteggere al meglio la pelle.

    I raggi ultravioletti, nemici della pelle

    Il sole può donare un piacevole colorito dorato alla pelle, ma può anche danneggiarla, mettendone a rischio la salute. I principali nemici da cui tenersi a debita distanza o, meglio, dai quali proteggersi al meglio, quando si tratta di sole e pelle, sono i raggi ultravioletti.

    Sono loro che penetrano nell’epidermide, lo strato superficiale della pelle, e raggiungono il derma, lo strato profondo, provocando un invecchiamento precoce della pelle. Per coniugare tintarella e salute della pelle, meglio osservare due regole fondamentali: protezione e idratazione.

    Proteggere la pelle in anticipo: regole “pre-sole”

    Meglio giocare d’anticipo, quando si tratta di fotoprotezione, preparando la pelle ad accogliere i raggi solari. Prima della partenza per le vacanza o prima delle sedute di tintarella dei fine settimana, è importante pulire attentamente la pelle, almeno una settimana prima dell’esposizione al sole, eliminando tutte le cellule morte e le impurità accumulate durante l’inverno.

    Ottimo alleato è il peeling, sia per il viso sia per il corpo.

    Fondamentale anche l’idratazione: la pelle deve “incontrare” il sole con il giusto livello di idratazione. Tutti i giorni, mattina e sera, spalmare un generoso strato di crema idratante,
    a base di elastina, su tutto il corpo.

    Proteggere la pelle sotto il sole

    Quando la “missione abbronzatura” inizia ufficialmente, è importante proteggere la pelle con una crema dotata di filtro solare, scelto in base al proprio fototipo, da spalmare spesso, soprattutto dopo ogni bagno in mare, al lago o in piscina. Esistono prodotti solari in diverse formulazioni, latte, gel, crema, olio o spray: la scelta, dopo aver selezionato attentamente il fattore di protezione, va fatta in base alle preferenze.

    Quando si tratta di sole, per scongiurare i possibili danni sulla pelle, è importante non esagerare per la smania di tintarella, ma esporsi ai suoi raggi in modo graduale, evitando le ore più calde della giornata.

    Ecco qualche spunto interessante, per approfondire l’argomento:
    Pelle: attenzione ad esporsi al sole subito
    Pelle: acne e sole, relazione pericolosa?
    Bambini: cresce il rischio melanoma sotto il sole

    588

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereIn EvidenzaPelleSole
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI