I danni al cervello in seguito ad emorragie inibiti dal freddo

I danni al cervello in seguito ad emorragie inibiti dal freddo

I danni cerebrali, che possono essere la conseguenza di una forte emorragia, possono essere bloccati utilizzando l’ipotermia: abbassando la temperatura di molti gradi

da in Interventi Chirurgici, News Salute, Sangue, Vasi sanguigni, Emorragia
Ultimo aggiornamento:

    danni cervello emorragie inibiti freddo

    Raffreddare il corpo per prevenire i danni cerebrali conseguenti ad una forte emorragia è una metodica studiata e sperimentata da alcuni studiosi statunitensi. Purtroppo, uno dei fattori negativi che influenzano i problemi che susseguono una massiccia perdita di sangue è il tempo. Nel caso di emorragie, infatti, molte volte gli specialisti non hanno il tempo necessario per bloccarle, con le conseguenze pericolose che conosciamo.

    La tecnica è stata sperimentata dai ricercatori dell’University of Pittsburg, i cui risultati sono stati presentati durante un documentario della BBC. Gli studiosi hanno eseguito i vari esperimenti e analisi sugli animali, precisamente sui maiali, la cui temperatura è stata abbassata sino a 10°C. In cosa consiste questa metodica? La tecnica, chiamata EPR (emergency preservation and resuscitation), prevede il collegamento dei vasi sanguigni più importanti, che si trovano intorno al cuore, con una pompa che permetterebbe di sostituire il sangue caldo con soluzioni saline fredde.

    Grazie a questa sostituzione la temperatura scende di circa due gradi al minuto, bloccando la formazione dei coaguli e dando tempo ai chirurghi di intervenire tempestivamente, quindi inibendo tutte le conseguenze che insorgerebbero, e dopo di che riportando la temperatura pian piano alla normalità. Questa tecnica ha dato dei risultati, sugli animali, così positivi, tanto che inizieranno, tra poco tempo, le sperimentazioni anche sull’uomo.

    275

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interventi ChirurgiciNews SaluteSangueVasi sanguigniEmorragia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI