NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I cibi che fanno bene al cuore

I cibi che fanno bene al cuore
da in Alimentazione, Cuore, Mangiar Sano
Ultimo aggiornamento: Lunedì 16/02/2015 18:11

    cibi che fanno bene al cuore benefici

    Le patologie cardiovascolari sono tra le principali cause di morte nei paesi occidentali. Per prevenire queste malattie, secondo gli studiosi, l’alimentazione è uno dei fattori più importanti. Secondo una ricerca, pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, all’inizio di quest’anno, cibi ricchi di flavonoidi diminuirebbero il rischio cardiovascolare. Per valutare quanto questi nutrienti vengono introdotti con la dieta l’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano ha condotto un’indagine su 7645 individui: i risultati sottolineano come alcuni dei cibi contenenti flavonoidi non vengono consumati adeguatamente. Ma quali sono questi cibi?

    Verdure

    in una dieta ottimale le verdure non devono mai mancare

    I flavonoidi sono delle sostanze naturali diffuse nelle piante, con un’importante attività antinfiammatoria e antiossidante e con azione preventiva nei confronti delle patologie cardiovascolari. Le verdure (di ogni colore) sono ricche di questi nutrienti: pomodori, cipolle, aglio, peperoni, spinaci, bieta, broccoli, e tante altre. È preferibile consumarle fresche e crude, in quanto i metodi di cottura, o la conservazione, potrebbero alterare o ridurre le sostanze nutritive in esse presenti.

    Frutta

    la frutta contiene sostanze importantissime per la salute

    La frutta è ricca di flavonoidi, in particolar modo gli agrumi. Circa il 60% della popolazione consuma questi frutti, così buoni e salutari, ma dallo studio condotto dall’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano la quantità media consumata (si parla di frutta in generale) è inferiore (250 grammi) a quella consigliata (400 grammi). Per una giusta prevenzione cardiovascolare è necessario introdurre almeno tre frutti al giorno: certo gli agrumi sono tra la frutta più ricca in flavonoidi, ma anche le mele, le pere, le pesche, le prugne, i mirtilli, le albicocche, e tutte le altre devono essere consumate alternandole.

    Legumi

    i legumi non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta

    I legumi sono altri alimenti ricchi di flavonoidi e perciò importanti per la salute del nostro cuore. Secondo gli esperti per un giusto apporto di nutrienti bisognerebbe consumarli almeno due o tre volte alla settimana, e per l’introduzione di una giusta quantità di antiossidanti sarebbe ideale mangiarli con la buccia.

    Spezie ed erbe aromatiche

    le spezie risultano essenziali se sostituite in cucina al posto del sale

    È ormai noto che per una buona salute del cuore il consumo di sale e di condimenti grassi non è proprio indicato. Per insaporire i nostri cibi e preservare il cuore dalle patologie cardiovascolari possiamo utilizzare le spezie e le erbe aromatiche che oltre ad essere salutari (ricche di antiossidanti) sono anche molto buone.

    Oli vegetali

    lolio doliva e uno degli alimenti principali presenti nella dieta mediterranea

    Per insaporire o cuocere alcuni alimenti è utile aggiungere oli vegetali, soprattutto l’olio extra vergine d’oliva, in modo tale da evitare i grassi animali, oltre che per il loro contenuto in flavonoidi.

    tè verde

    Una bevanda con un contenuto medio ricco di flavonoidi è il tè. Dall’indagine italiana risulta che viene consumato dal circa 30% della popolazione, valore basso se lo confrontiamo con quello del caffè, pari a circa l’80%. Secondo gli esperti tra le due bevande bisognerebbe preferire il tè, e consumarne moderatamente almeno due o tre tazze al giorno.

    Vino rosso

    il vino rosso e una bevanda ricca di polifenoli

    Un’altra bevanda particolarmente ricca di flavonoidi ma che bisogna assumere, comunque, con moderazione, è il vino rosso. L’indagine ha evidenziato che circa il 55% degli italiani, soprattutto uomini, consuma questo tipo di vino; e gli esperti, in effetti, consigliano di assumerne un bicchiere al giorno a pasto.

    826

    PIÙ POPOLARI