I benefici del Pilates in gravidanza

I benefici del Pilates in gravidanza

In un momento di grandi cambiamenti fisici come la gravidanza, il Pilates può essere molto utile per trovare sollievo da tanti piccoli dolori e disturbi tipici della gestazione

da in Gravidanza, Parto, Physio&Wellness
Ultimo aggiornamento:

    pilates gravidanza

    La gravidanza, assieme al parto, è il momento di più grandi cambiamenti per il corpo femminile. Prepararsi ad ospitare una nuova vita, ed accoglierla per nove mesi richiede importanti modificazioni: aumento di peso, incremento della lassità legamentosa, spostamento del baricentro corporeo e molto altro ancora. Tali cambiamenti a loro volta, corrispondo ad una risposta da parte del nostro corpo: i muscoli di spalle e collo diventano pesanti e contratti a causa dell’aumento del seno, frequenti mal di schiena con l’aumento del giro vita, dolore e gonfiore su ginocchia e caviglie.

    I cambiamenti vanno accettati ed affrontati, ed il Pilates può accompagnarci durante la gestazione, facilitare il parto, aiutare in seguito la ripresa funzionale. Come?

    - Il Pilates insegna diverse tecniche di respirazione, ed aumenta la consapevolezza corporea, due elementi chiave durante il travaglio.
    - L’aumento della forza e del tono sulle gambe ci aiuterà a bilanciare l’incremento del peso corporeo, l’aumento della forza sulle braccia sarà un valido alleato nell’affrontare tutti i problemi quotidiani di una neo mamma.
    - Rilassare la schiena, nello specifico la zona lombare, sarà un grande sollievo nell’immediato ed eviterà lo strutturarsi di problemi posturali post parto.

    - Mobilizzare ginocchia e caviglie aiuterà a combattere il gonfiore.
    - Dedicarsi qualche ora di allenamento settimanale, ricorda l’importanza della cura di sé anche in un momento in cui gran parte della nostra attenzione và alla nuova vita che accogliete.

    Ricordatevi tuttavia che valgono anche nel Pilates alcune importanti indicazioni: evitate di iniziare un percorso simile prima della fine del terzo trimestre, rivolgetevi solo a personale qualitificato e che abbia esperienza nella cura delle gestanti, diffidate di chi propone lavoro che aumenta il battito cardiaco e si concentra sulla pressione addominale.

    324

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaPartoPhysio&Wellness
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI