I 7 luoghi pubblici più sporchi

Alcuni luoghi pubblici possono essere particolarmente sporchi: stiamo attenti a fontanelle, supermercati, ristoranti, bar e ascensori.

da , il

    Alcuni luoghi pubblici sono davvero sporchi, infettati di virus e batteri. Se andiamo in giro, a contatto con i posti frequentati da molta gente, possiamo correre il rischio di essere esposti a numerosi contagi. Il rimedio è quello di badare all’igiene, usando detergenti antibatterici per lavarsi le mani, in modo da evitare continue contaminazioni. Il problema è che spesso siamo inconsapevoli di ciò a cui andiamo incontro, perché i luoghi critici sono tanti, dall’ascensore al bancomat, dal carrello della spesa ai ristoranti, dagli attrezzi in palestra alle fontanelle. Vediamo in maniera più precisa quali sono i luoghi pubblici a cui dovremmo prestare maggiore attenzione.

    1. L’ascensore

    In ascensore il luogo più pericoloso dal punto di vista igienico è rappresentato dalla pulsantiera. Ogni volta che tocchiamo uno di quei pulsanti dovremmo ricordarci almeno di tenere le mani lontane dal viso, per impedire che nel nostro organismo entrino microrganismi patogeni attraverso il naso, le labbra o le orecchie.

    2. Il bancomat

    Il bancomat, con le sue banconote, costituisce uno dei vettori preferiti da germi e batteri, proprio perché passano regolarmente di mano in mano nei momenti più diversi della giornata. Siamo spesso a contatto con i soldi, anche per l’acquisto del giornale o per pagare il caffè.

    3. Il supermercato

    Anche il supermercato può rappresentare un rischio per la contaminazione di germi. Soprattutto è il carrello della spesa ad essere imputato, perché viene toccato quotidianamente da moltissime persone. Non è detto che tutti rispettino le norme igieniche fondamentali.

    4. Il ristorante

    In un ristorante l’igiene è fondamentale. Eppure i menu e i banconi dei buffet e degli aperitivi possono essere considerati degli elementi critici. Anche essi possono, infatti, essere contaminati da tanti batteri. Lo stesso discorso vale per i contenitori di sale e pepe, che vengono posti sul tavolo e passati di mano in mano. Sono tra gli oggetti più sporchi che tocchiamo ogni giorno.

    5. Il bar

    Il bancone del bar non è affatto così pulito come potrebbe sembrare. Anche in questo caso dovremmo badare ad una fondamentale igiene delle mani, seguendo tutte le strategie per prevenire le infezioni. Avete presenti quelle ciotole di caramelle disposte sopra il bancone? Secondo le statistiche, soltanto il 67% delle persone che dicono di lavarsi le mani lo fanno davvero.

    6. La palestra

    Anche gli attrezzi in palestra possono rappresentare un pericolo. Dovremmo sempre avere a portata di mano gel e prodotti per pulire le mani, anche quando non abbiamo l’acqua a disposizione.

    7. Le fontanelle

    Le fontanelle pubbliche possono essere una fonte di contaminazione. Anche in questo caso valgono le regole pratiche e i consigli di buon senso, specialmente quando si cerca di bere, avvicinando direttamente il viso al rubinetto.