I 10 cibi più pericolosi

I 10 cibi più pericolosi
da in Alimentazione
Ultimo aggiornamento: Giovedì 14/05/2015 22:17

    I 10 cibi più pericolosi

    Quali sono i 10 cibi più pericolosi? Alcuni sono davvero piuttosto strani. Si tratterebbe di alcuni prodotti forse non tanto conosciuti, ma che apparentemente possono sembrare delle prelibatezze. Sarà anche per il loro aspetto particolarmente invitante, sarà perché ci sembrano dei frutti esotici, ma in realtà è meglio non fidarsi troppo. Non è detto che un cibo, anche se ha un bell’aspetto, possa essere vantaggioso per la nostra salute. Anzi, alcuni sono proprio da tenere alla larga. Vediamo insieme i più curiosi.

    1. Ackee
    Ackee

    L’ackee un frutto originario dell’Africa occidentale. Se viene mangiato prima che sia completamente maturo può causare differenti disturbi, come ad esempio il vomito. La causa è da attribuire ad una sostanza tossica che il frutto stesso contiene.

    2. Cassava
    Cassava

    La cassava è un tubero che in Africa e in Sud America viene utilizzato per ricavare una poltiglia, con la quale si realizza una torta. Il problema consiste nella cottura, perché questo prodotto deve essere cotto per bene. Se viene masticato quando è ancora crudo, rilascia un enzima che può essere tossico per il nostro organismo.

    3. Hákarl
    Hákarl

    L’hákarl è un piatto in Groenlandia piuttosto noto, e si tratta di squalo fermentato. Anche questo è un cibo pericoloso, perché il pesce in questione non è dotato di un tratto urinario. Ecco perché tutte le sostanze tossiche non trovano la possibilità di fuoriuscire e vengono filtrate all’interno dell’animale, che poi viene mangiato e, quindi, si rivela potenzialmente pericoloso.

    4. Casu marzu
    Casu marzu

    Casu marzu vuol dire cacio marcio, e si tratta di un prodotto tipico della Sardegna, che ha come caratteristica particolare quella di essere un formaggio pieno di vermi. In realtà questi ultimi non sono pericolosi, però possono provocare dei disturbi intestinali.

    5. Sannakji
    Sannakji

    Il sannakji è un piatto coreano a base di polpo crudo. Anche questo cibo è pericoloso, perché il polpo crudo continua a muoversi, e in particolare le sue ventose continuano ad agire anche sul corpo umano. Se non si mastica per bene e ripetutamente, le ventose potrebbero fermarsi nella bocca o nella gola, procedendo verso lo stomaco.

    6. Bacche di sambuco
    Bacche di sambuco

    Le bacche di sambuco sono dei rimedi naturali, che si dimostrano validi per curare le ferite e per contrastare i sintomi del raffreddore. Tuttavia, se ingerite, possono provocare vari problemi, fra i quali anche la nausea.

    7. Rana toro africana
    Rana toro africana

    In Namibia si ritiene che la rana toro africana possa essere mangiata tranquillamente in un determinato periodo dell’anno. In realtà bisogna stare molto attenti, perché la pelle e le interiora di questo animale contengono diverse sostanze tossiche per l’uomo, e si può rischiare anche l’insufficienza renale.

    8. Blood clams
    Blood clams

    Le blood clams sono una varietà di vongole, differenti da quelle comuni. Queste in particolare si trovano nel golfo del Messico, nell’Atlantico e in alcune zone del Pacifico. Vivono in un ambiente povero di ossigeno e hanno bisogno di filtrare più acqua, per ottenere le sostanze nutritive di cui hanno bisogno. Sono pericolose perché possono ingerire virus e batteri, tra i quali quello del tifo, della dissenteria e dell’epatite A.

    9. Fugu
    Fugu

    Il fugu è un piatto tipico giapponese e consiste in scaglie di pesce palla. Nei suoi organi interni, in particolare nel fegato e nell’intestino, si concentrano delle sostanze tossiche per l’uomo, visto che possono essere anche fatali.

    10. Anacardi crudi
    Anacardi crudi

    Gli anacardi crudi non andrebbero mai mangiati. Magari pensiamo che non facciano nessun effetto. In realtà non è così, perché questi frutti hanno bisogno del vapore per liberarsi di una sostanza chimica pericolosa che contengono.

    1053

    LEGGI ANCHE