I 10 cibi che fluidificano il sangue

I cibi che fluidificano il sangue fanno parte di un’alimentazione sana, utile in termini di prevenzione. Fra di essi ricordiamo l’aglio, la cipolla, gli spinaci e i lamponi.

da , il

    I cibi che fluidificano il sangue rappresentano degli elementi costitutivi dell’alimentazione sana. Quest’ultima è davvero ciò che serve, per risolvere i problemi legati alla circolazione e alla formazione di coaguli. Questo è un aspetto della salute, sul quale incidono in maniera fondamentale le condizioni del nostro benessere, oltre che le caratteristiche genetiche. Tuttavia, attraverso uno stile di vita equilibrato e un regime alimentare adeguato, possiamo davvero svolgere un’azione rilevante in termini di prevenzione, che deve costituire sempre il nostro punto di riferimento.

    1. Mele

    Le mele sono ricche di una sostanza, che si chiama rutina, la quale riesce a intervenire sugli enzimi che vengono rilasciati nel nostro organismo, quando il sangue si coagula all’interno dei vasi sanguigni. Se mangiamo le mele, riusciamo ad impedire che si accumulino le piastrine e che venga prodotta la fibrina, la proteina coinvolta nella coagulazione.

    2. Pomodoro

    Ad accorgersi di come il pomodoro riesca a migliorare la fluidità del sangue sono stati dei ricercatori scozzesi, che hanno svolto uno studio specifico sull’argomento. In particolare, da questo punto di vista, sono ottimi i semi del pomodoro. In base allo studio del Rowett Institute di Aberdeen, il sangue trattato con estratti dai semi del pomodoro si fluidifica rapidamente, con risultati che possono durare anche 18 ore.

    3. Peperoncino

    Anche il peperoncino è un ottimo alleato della fluidificazione del sangue. Tutto merito della capsaicina, che agisce soprattutto a vantaggio della circolazione periferica.

    4. Spinaci

    Gli spinaci sono ricchi di vitamina K, che è proprio la sostanza che interviene nella regolazione del processo di coagulazione del sangue, facendo funzionare bene questo meccanismo. Per essere assimilata al meglio, occorrerebbe che il consumo di cibi contenenti vitamina K venisse abbinato con l’olio di oliva.

    5. Olio extravergine di oliva

    L’olio extravergine di oliva migliora la circolazione sanguigna e fa bene all’apparato cardiovascolare, in quanto tiene sotto controllo il colesterolo e la pressione arteriosa. Agisce anche contro l’invecchiamento cellulare prodotto dai radicali liberi.

    6. Noci

    Le noci riescono a tenere sotto controllo il livello dei grassi nel sangue e per questo si dimostrano, insieme alla frutta secca in generale, degli alimenti fondamentali per prevenire ictus e infarto. Le noci si possono includere fra i cibi sani da aggiungere alla dieta.

    7. Aglio

    Le proprietà dell’aglio in termini di fluidificazione del sangue sono dovute a due sostanze: ajoene e adenosina. Queste ultime sono d’impedimento per il trombossano, un composto che tende a favorire l’aggregazione delle piastrine. L’aglio è proprio un concentrato di proprietà benefiche.

    8. Cipolla

    L’adenosina è contenuta anche nella cipolla. Questo ortaggio riesce ad evitare anche che nel sangue si formino i grassi, altra causa che può stare alla base dei coaguli. Le cipolle contribuiscono a tenere sotto controllo il livello di glucosio nel sangue.

    9. Lamponi

    I lamponi sono ottimi per contrastare le infiammazioni e per depurare il sangue. Per fare in modo che essi svolgano la loro funzione di abbassare il colesterolo e di proteggere il cuore, se ne dovrebbero consumare 50 grammi al giorno.

    10. Natto

    Il natto è un alimento a base di soia che fa parte della tradizione culinaria giapponese. In particolare è ricco di un enzima, che si chiama nattokinase. Questo agisce sulla fibrina, impedendo la coagulazione.