I 10 alimenti antitumorali

Ci sono alcuni elementi antitumorali da tenere in considerazione, soprattutto quelli ricchi di antiossidanti. Possiamo ricordare l’avocado, i funghi, i semi di lino, i fichi e i cavolfiori.

da , il

    Gli alimenti antitumorali sono stati largamente oggetto della ricerca scientifica, che ha puntato su di essi, per cercare di comprendere quale ruolo importante possa avere l’alimentazione nella prevenzione del cancro. Allo stato attuale degli studi, si può affermare con sicurezza che la dieta quotidiana abbia una funzione importante nel determinare l’insorgenza di alcune malattie, fra le quali anche le neoplasie. Sapere che cosa mangiare, quindi, è essenziale, se vogliamo prestare attenzione al nostro benessere generale e se vogliamo salvaguardare il nostro stato di salute. Vediamo insieme alcuni alimenti antitumorali da tenere in considerazione.

    Pomodori

    Il pomodoro è un ottimo alimento per prevenire il cancro. Tutto è merito del licopene, una sostanza contenuta in questi ortaggi, che si configura come un vero e proprio antiossidante. Quest’ultimo riesce a contrastare l’azione di invecchiamento cellulare provocata dai radicali liberi. Ecco perché i pomodori non dovrebbero mancare mai sulla nostra tavola, anche perché, tra l’altro, sono ricchi di vitamina C.

    Aglio

    La ricerca scientifica ha dimostrato che l’aglio svolge un’azione notevole nel distruggere quelle sostanze che potrebbero provocare l’insorgenza dei tumori. Inoltre stimola l’attività delle cellule immunitarie. A questo proposito è stato fatto uno studio dagli esperti della North Carolina: si è visto che gli individui che consumano abitualmente l’aglio corrono meno il rischio di sviluppare un tumore allo stomaco.

    Vino rosso

    Il vino rosso è ricco di polifenoli. Questi ultimi sono degli ottimi antiossidanti, in grado di contrastare l’azione distruttiva esercitata dai radicali liberi. Da questo punto di vista bere il vino potrebbe essere salutare, anche se non tutti gli esperti sono d’accordo. Secondo alcuni, infatti, l’alcool potrebbe configurarsi come un agente cancerogeno.

    Anche il contiene molti polifenoli. Sono proprio essi ad avere un ruolo importante nell’impedire che le cellule del cancro si dividano e si moltiplichino. I polifenoli del tè, in particolare quelli contenuti nel tè verde, sarebbero in grado, secondo la ricerca scientifica, di proteggere da numerosi tipi di tumore, da quello al polmone a quello al fegato, da quello al colon al cancro allo stomaco.

    Carote

    Anche su questo alimento gli studiosi sono divisi. Le carote sono difatti ricche di betacarotene, una sostanza che, se consumata eccessivamente, potrebbe essere proprio alla base dello sviluppo dei tumori. In genere questo non accade, perché è stato dimostrato che la relazione fra betacarotene e cancro è legata ad un consumo enorme di cibi che contengono questa sostanza. Al contrario, proprio il betacarotene e l’alfacarotene si sono dimostrati utili nel ridurre il rischio di incorrere in vari tipi di neoplasie: ai polmoni, alla gola, allo stomaco, all’intestino, alla prostata e al seno.

    Funghi

    Anche i funghi potrebbero esercitare un’importante azione di prevenzione nei confronti dei tumori. Essi contengono, infatti, il lentinano, un elemento, che attaccherebbe le cellule del cancro e impedirebbe ad esse di moltiplicarsi.

    Cavolfiori

    I cavolfiori e, in generale, tutti quegli ortaggi simili, come il cavolo e il broccolo, contengono un componente chimico, che prende il nome di indole3carbinol. Quest’ultimo, secondo vari studi che sono stati effettuati a questo proposito, riuscirebbe a proteggere il dna delle cellule dal rischio di sviluppare i tumori. In particolare si dimostrerebbe efficace per la prevenzione del tumore al seno.

    Fichi

    Per quanto riguarda i fichi, ci si deve rifare al loro contenuto specifico, che è costituito da un derivato del benzaldeide. E’ proprio questo composto che avrebbe degli effetti notevoli nella diminuzione del rischio di incorrere nei tumori.

    Semi di lino

    Per il loro effetto benefico i semi di lino potrebbero essere paragonati all’effetto reso anche dalle noci. Questi semi contengono la lignina, che ha importanti effetti antiossidanti. I semi di lino riescono ad agire contro due tipi di tumore in particolare. Grazie al loro contenuto di omega 3, possono proteggere dal cancro al colon, oltre che dalle malattie cardiovascolari. Inoltre, poiché contengono una certa quantità di selenio, possono aiutare a combattere il tumore alla prostata.

    Avocado

    L’avocado è ricco di glutatione. Questo antiossidante riesce ad attaccare i radicali liberi e, in questo modo, impedisce anche che i grassi vengano assorbiti nell’intestino. L’avocado è anche un frutto abbondante di potassio e di betacarotene. Questa sua composizione fa in modo che il frutto in questione possa essere importante nel trattare l’epatite virale, che è stata dimostrata essere una causa del cancro al fegato.