HPV e cancro alla cervice uterina: perche’ un vaccino?

HPV e cancro alla cervice uterina: perche’ un vaccino?

Oggi, festa della donna, parliamo del vaccino contro HPV, virus che puo' causare il tumore alla cervice uterina

da in Ginecologia, HPV, Prevenzione, Salute Donna, Sanità, Tumori, Vaccini
Ultimo aggiornamento:

    Nella giornata di oggi, 8 Marzo, la giornata dedicata a tutte le donne, non si puo’ non parlare di una di quelle malattie gravissime e femminili per eccellenza, della quale appena se ne pronuncia il nome, cominciano i brividi: si tratta dello Human Papillomavirus.

    Il vaccino che e’ partito nel gennaio del 2008, in Italia, e’ un vaccino che fino ad ora non si voleva promuovere, per via del fatto che riguarda una patologia che, anche se molto diffusa, era rimasta nascosta tra le pieghe della burocrazia medica.

    Dopo che la letteratura medica ha ampiamente dimostrato la correlazione che esiste tra il tumore alla cervice uterina e il Virus HPV, finalmente si e’ deciso di rendere disponibile e, per le giovani, gratuito, un vaccino che riesca a proteggere da questa malattia e che sia capace di abbassare i dati di incidenza del cancro all’utero.

    Il Ministero della Salute offrira’ gratuitamente la possibilita’ di sottoporsi al vaccino a ben 280 mila giovani, che saranno cosi’ protette dal contagio della malattia; la categoria di destinatarie piu’ a rischio e’ stata individuata nelle adolescenti dodicenni.

    Infettarsi con HPV non e’ cosi’ difficile: e’ sufficiente una comune relazione di sesso con una persona che ne soffre, perche’ avvenga la trasmissione, che si consuma nel tempo di un contatto genitale: in almeno la meta’ dei casi di contagio, il tipo di HPV, di cui esistono circa 40 varieta’, e’ oncogeno.

    Soffrire di HPV e’ una condizione che porta al tumore alla cervice uterina, anche se non e’ vero il contrario, allorche’ il Virus, penetrando nella mucosa, induce le cellule a trasformarsi via via, finche’ si formano delle lesioni epiteliali che diventano poi inizio di cancro.

    Vaccinarsi all’HPV non e’ sufficiente per fare una buona prevenzione,
    bisogna continuare a sottoporsi anche alle altre visite, prima fra tutte quella del Pap- Test, ma il vaccino aiuta a escludere il contagio di un Virus oncogeno, e non e’ poco. Lo scopo infatti e’ quello di ridurre al massimo lo sviluppo di lesioni Pre-cancerose causate dal Virus.

    424

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GinecologiaHPVPrevenzioneSalute DonnaSanitàTumoriVaccini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI