NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

HIV, da Baltimora annunciato il vaccino

HIV, da Baltimora annunciato il vaccino
da in AIDS, Farmaci, HIV, Malattie, Vaccini, Anticorpi
Ultimo aggiornamento:

    hiv

    Bloccare l’ingresso del virus dell’HIV scatenando una reazione sinergica degli anticorpi, per bloccarlo e per proibirgli di infettare le cellule del corpo che sono sane, sarebbe l’unica maniera per fermare il continuo diffondersi della piaga dell’AIDS, che secondo i dati statistici sta avendo un lieve rallentamento della sua diffusione in questi ultimi cinque anni, con un trend di contagio negativo.

    Ma nonostante i numeri facciano ben sperare non si puo’ non ricordare che l’AIDS e’ tra le malattie che prvocano piu’ morti nel terzo mondo e che fanno salire vertigginosamente il numero di orfani nel mondo. Tra l’Africa, l’Asia ed i Caraibi, stando alle fonti ufficiali della Casa Bianca, sono 120 i paesi che usufruiscono dei fondi del progetto HIV e che hanno bisogno del sostegno dei paesi industrializzati per poter pianificare degli interventi riparatori al virus.
    Nella giornata dedicata all’HIV il Presidente americano Jeorge W. Bush ha ribadito che il suo impegno non si fermera’ a quanto stanziato fino ad oggi, perche’ e’ scopo primario degli Stati Uniti d’America, in tema di prevenzione sanitaria nei paesi in via di sviluppo, quello di arrivare a una svolta definitiva per invertire la rotta in fatto di immunodeficienza.
    “Troppi soldi sprecati investendo sui vaccini sbagliati” – ha esordito Robert Gallo dell’Universita’ di Baltimora.

    - ” Sarebbe il momento di individuare il vaccino piu’ valido e di concentrarsi evitando altro spreco di danaro.” Le troppe sperimentazioni rubano danaro alla ricerca e stanno attualmente impedendo di trovare il vaccino giusto alla malattia.
    Il vaccino adatto dovra’ indurre gli anticorpi a lavorare preventivamente contri l’HIV e fare si’ che riescano ad uccidere il virus nelle cellule che sono infettate.
    L’Istituto di Virologia Umana dell’Universita’ di Baltimora da anni lavora sul vaccino all’AIDS, con risultati alterni, e nonostante a loro fiocchino i finanziamenti, e di sicuro non mancheranno neanche in futuro i benefattori interessati a fare in modo che sia approntato un anti-HIV, la ricerca non va oltre alla sperimentazione.
    Anche la Wyatt, una grossa casa farmaceutica americana, sta cercando di testare sugli animali delle possibili forme di vaccino, main generale la fase e’ molto delicata e incerta, anche se alle porte Baltimora assicura che c’e’ il primo vaccino.

    415

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AIDSFarmaciHIVMalattieVacciniAnticorpi
    PIÙ POPOLARI