HIV – AIDS: i nuovi dati italiani

HIV – AIDS: i nuovi dati italiani

Chi ha dei rapporti non protetti rischia grosso per se stesso, ma rischia anche per gli altri, in quanto con una vita sessuale non protetta, una volta che sono contagiati, rischiano di infettare tutte le persone con cui hanno dei rapporti sessuali

da in AIDS, Malattie, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    Cellula

    Sarebbero circa 40 mila gli italiani che sono sieropositivi e nella maggior parte dei casi non lo sanno; non sarebbero pero’ i giovani a rischiare di piu’, ma gli over 40, si calcola infatti che le persone che sono ammalate, a causa dei rapporti non protetti siano per il 15% dei casi delle persone mature che si sono ammalate tempo fa e che se ne sono accorte adesso.

    Chi ha dei rapporti non protetti rischia grosso per se stesso, ma rischia anche per gli altri, in quanto con una vita sessuale non protetta, una volta che sono contagiati, rischiano di infettare tutte le persone con cui hanno dei rapporti sessuali.

    La definizione del sieropositivo cambia spesso volto proprio per questo: le persone che si ammalano e che si contagiano cambiano tipologia e quindi nell’arco degli ultimi dieci anni la percentuale delle persone malate di HIV e’ diversa nella sua componente.

    A fare luce sul fenomeno e’ stato lo studio curato da Icona, un progetto che e’ nato nel 1997, per tenere osservati dei pazienti in trattamento antiretrovirale; finanziato dalla omonima Fondazione, con la presidenza di Mauro Moroni, dal 2007 il progetto tiene conto di tutte le diverse categorie di malato e di sieropositivo.

    A fare paura adesso non e’ piu’ il mondo della droga, che si trova ben indietro statisticamente rispetto al pericolo della trasmissione per vie sessuali; sono cresciute cosi’ sia la trasmissione tra etero che tra omosessuali, ma il pericolo piu’ alto resta sempre per gli eterosessuali, che sono quelli che percentualmente sono di piu’.

    Il problema e’ che l’AIDS viene ignorata da circa 40 mila persone, che non sanno di essere state contagiate, quindi vivono con il loro stile di vita, senza fare attenzione a proteggere l partner e a proteggersi, specie quando ad essere ammalate sono le persone adulte, che non hanno questo sospetto, la situazione diventa grave.

    381

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AIDSMalattieNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI