Helicobacter Pylori: novità dalla ricerca italiana per sconfiggerlo

Helicobacter Pylori: novità dalla ricerca italiana per sconfiggerlo

L'helicobacter pylori presto sarà sconfitto: una ricerca italiana ha scoperto una nuova terapia contro quel batterio spiraliforme che si insinua nello stomaco, scatenando ulcere e gastriti

da in Infezioni, News Salute, Ricerca Medica, Ulcera, helicobacter-pylori
Ultimo aggiornamento:

    Novità interessanti per combattere l’helicobacter pylori

    Uno peggiori incubi per la salute dello stomaco, responsabile, tra le altre cose, di disturbi fastidiosi e dolorosi, come l’ulcera o la gastrite, è lui, l’Helicobacter pylori. Un batterio subdolo, dalla caratteristica forma a spirale, che colonizza la mucosa gastrica, che, forse, grazie a una ricerca tutta italiana, potrebbe davvero avere i giorni contati. Una terapia innovativa, quella messa a punto da un gruppo di ricercatori del Bel Paese, dell’Università Cattolica di Roma-Policlinico Gemelli.

    La ricerca tutta italiana è stata recentemente pubblicata sulle pagine dell’autorevole rivista scientifica internazionale Clinical Gastroenterology and Hepatology. “Il nostro lavoro e’ originale perchè esplora la possibilità di eradicare ceppi resistenti di Helicobacter pylori con uno schema terapeutico innovativo” ha spiegato il gastroenterologo Giovanni Cammarota, che ha guidato il gruppo autore della ricerca, formato da Giovanna Branca, Fausta Ardito, Maurizio Sanguinetti, Gianluca Ianiro, Rossella Cianci, Riccardo Torelli, Giovanna Masala, Antonio Gasbarrini, Giovanni Fadda, Raffaele Landolfi e Giovanni Gasbarrini.

    Un ospite davvero sgradito, un batterio che, secondo le stime, sarebbe, più o meno consapevolmente, presente nello stomaco della metà della popolazione mondiale. In molti casi l’ospite non si fa sentire, non provoca problemi, ma per i meno fortunati la presenza dell’Helicobacer pylori si traduce in patologie davvero fastidiose, come l’ulcera.

    Quando il batterio colpisce e l’ulcera si sviluppa, non esistono terapie efficaci per eliminare lo sgradito ospite.

    Le uniche strategie possibili, per contrastare l’azione del batterio, sono farmacologiche, a base di antibiotici, selezionando quelli potenzialmente più efficaci attraverso un test di sensibilità batterica. I risultati della ricerca italiana potrebbero aprire nuove prospettive di cura, più efficaci per contrastare l’Helicobacter: la nuova terapia sperimentata dai ricercatori romani potrebbe garantire un esito migliore, perchè, come sostengono gli stessi autori dello studio, “è capace di incidere sul biofilm prodotto dal germe”.

    Il segreto dell’innovativa terapia “made in Italy” è tutta lì, nella sua capacità di intaccare il biofilm prodotto dall’Helicobacter, una sorta di barriera extracellulare che il batterio utilizza come vero e proprio scudo, per ripararsi dall’azione degli agenti esterni, che gli consente di sopravvivere nell’ambiente gastrico, particolarmente acido. L’arma vincente della sperimentazione italiana, effettuata prima con uno studio in vitro e poi con un trial clinico, è stata la somministrazione di un mucolitico, la n-acetilcisteina, prima dell’antibiotico, in grado di dissolvere il microfilm e rendere più efficace l’azione del medicinale antibiotico. I primi risultati ottenuti sono molto incoraggianti e aprono prospettive interessanti per l’elaborazione di una strategia terapeutica efficace, per combattere e prevenire la comparsa dell’ulcera gastrica.

    498

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfezioniNews SaluteRicerca MedicaUlcerahelicobacter-pylori
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI