Gravidanze a rischio: il nuovo test

Gravidanze a rischio: il nuovo test

Le gravidanze a rischio diagnosticate precocemente

da in Diagnosi precoce, Gravidanza, Malattie, Salute Donna, gravidanze-a-rischio
Ultimo aggiornamento:

    Feto

    Il test riguarda tutte le donne che, per vari motivi, sospettano di rientrare nella categorie delle donne soggette alle “gravidanze a rischio”; a metterlo a punto e’ stata la squadra di ricercatori della Universita’ di Leicester, che ha condotto uno studio pilota che, attraverso l’analisi dei livelli sanguigni di endocannabinoide endogeno, riesce a prevedere se le donne sono soggette a un possibili aborto spontaneo oppure no.

    Alti livelli di questa molecola potrebbero essere strettamente collegati a un futuro possibile aborto; lo studio ha un valore predittivo effettivo: lo studio, condotto su 45 mamme che avevano avuto dei problemi a inizio gravidanza, ha confermato che nei casi di anandamide elevato la gravidanza era soggetta a interruzione, mentre dove il valore era basso la gravidanza veniva portata regolarmente a termine.

    Per questo, se i futuri test confermassero questo esperimento, sara’ possibile intervenire curando le mamme che rischiano di perdere il bambino, mentre sara’ piu’ tranquillizzante poter escludere le gravidanze a rischio nelle mamme che hanno valori bassi della sostanza nel sangue.

    Il test
    per determinare le potenzialita’ di gestazione potrebbe essere a breve in arrivo, e su questo le donne contano molto, e l’obiettivo stesso dei medici di ricerca e’ quello di arrivare a rendere clinicamente applicabile questo test; questa prassi porterebbe a velocizzare e dare precisione alle diagnostiche attuali.

    Fonte: Habayeb OMH, Taylor AH. Plasma anandamide concentration and pregnancy outcome in women with threatened miscarriage.

    JAMA 2008; 299(10):1135-36.

    296

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Diagnosi precoceGravidanzaMalattieSalute Donnagravidanze-a-rischio
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI