Gravidanza: un bambino su dieci nasce malformato…. e l’ecografia?

Gravidanza: un bambino su dieci nasce malformato…. e l’ecografia?

Un problema questo quanto mai più sentito almeno da quando ci si affida all’ecografia come si farebbe con la panacea contro tutti i mali e lo dimostra l’aumento del 12% delle denunce rivolte a medici e specialisti vari che a diverso titolo hanno seguito la donna durante tutta la gravidanza e che di fronte ad un’anomalia del proprio figlio puntano il dito

da in Bambini, Ecografie, Gravidanza, Salute Donna, malformazioni
Ultimo aggiornamento:

    ecografia

    La notizia è inquietante, soprattutto perché è di quelle che ci mettono un po’ in discussione e che soprattutto mettono in seria discussione i limiti del progresso scientifico cui tutti, a diverso titolo, siamo per lo più assertori convinti e, soprattutto, interessati, eppure, nonostante i grandi passi avanti compiuti dalla scienza, così come non è ancora possibile debellare tutte le malattie in assoluto, non è altrettanto possibile diagnosticare preventivamente tutte le eventuali anomalie con gli attuali mezzi in uso alla medicina. L’ultimo esempio in ordine di tempo è quello secondo il quale un bambino su dieci nasce malformato, nonostante la madre avesse eseguito tute le ecografie previste dalla gravidanza, ma evidentemente ciò non basta per accorgersi sempre di un eventuale problema.

    E che la malformazione di un bambino che si presenta a volte all’insaputa di medici e parenti sia tutt’altro che microscopica lo dimostra il fatto che su 100 bambini nati malformati, almeno trenta lo sono gravemente.

    Un problema questo quanto mai più sentito almeno da quando ci si affida all’ecografia come si farebbe con la panacea contro tutti i mali e lo dimostra l’aumento del 12% delle denunce rivolte a medici e specialisti vari che a diverso titolo hanno seguito la donna durante tutta la gravidanza e che di fronte ad un’anomalia del proprio figlio puntano il dito, ricorrendo anche alla Magistratura, nei confronti di chi avrebbe dovuto informarli per tempo e non l’ha fatto. Ma i medici non hanno dubbi sul fatto che l’ecografia, nonostante il grado di perfezione raggiunta, non sempre è in grado di palesare tutte le malformazioni che sono anche visibili in dipendenza della posizione del feto e, forse, non sempre dovuti alla perizia dell’operatore, tant’è che di tutte le cause rivolte ai medici, 90 su cento portano al nulla di fatto non ravvisando nell’operato dei sanitari alcuna negligenza o incompetenza.

    Per non contare, come dicono gli stessi addetti ai lavori, che molte malformazioni si presentano in stadi diversi della gravidanza e che neanche i più sofisticati apparecchi riescono a scovare per tempo.

    Lo ammette anche il professore Claudio Giardino presidente della Società Italiana di diagnosi prenatale e medicina materno fetale (Sidip) in occasione del convegno Lo studio morfologico del feto, quando affer,ma, fra l’altro, che “Molto dipende dall’esperienza del ginecologo che fa l’ecografia che deve essere esperto di diagnosi prenatale e nell’uso di questo strumento. Ma anche la donna deve sapere che, malgrado l’avanzamento tecnologico che oggi permette anche di vedere il visino del bebè e i suoi movimenti, l’ecografia non riesce a mostrare tutto “.

    478

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniEcografieGravidanzaSalute Donnamalformazioni
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI