Gravidanza: l’origine della nausea è genetica

da , il

    origine genetica della nausea in gravidanza

    La donna in stato di gravidanza ben sa il disagio vissuto durante l’intero periodo di gestazione rappresentato dalla nausea, anche se di fatto il problema di norma dovrebbe risolversi entro i primi mesi, ma anche questo non è del tutto scontato.

    Oggi parrebbe che alla base del fenomeno vi sia una causa genetica, tant’è che, come hanno dimostrato un gruppo di ricercatori britannici, sembrerebbe che la probabilità per le donne incinte di soffrire di nausea è più alta se a loro volta le madri soffrivano dello stesso problema, dunque una base genetica e familiare insieme.

    A tale risultato sarebbero giunti ricercatori del ‘British Medical Journal’, annettendo la base genetica al problema ed esaminando lo stato di 50 mila coppie madre-figlia e 400 mila coppie madre-figlio. Si sarebbe così evidenziato che nelle coppie madre-figlia la nausea compariva in una percentuale che era pari al 3% , mentre nelle coppie madre-figlio tale percentuale calava a poco più dell’1%

    “Questo suggerisce un’origine genetica del problema”, hanno scritto gli autori, “anche se non e’ da scartare l’ipotesi che madre e figlia condividano gli stessi fattori ambientali, come la nutrizione o il fumo di sigaretta che contribuiscono ad accentuare le nausee”. Alla luce di tutto ciò, ci si chiede, che fine farà quel pensiero scientifico che annetteva un’origine psicologica al problema della nausea in gravidanza, quando la nausea stessa era intesa come una sorta di rifiuto della madre nell’accettare la maternità; i ricercatori sono chiari sull’argomento; non vi sarebbe alcun riscontro psicologico in atto che possa giustificare il fenomeno.

    Fonte foto:Mammapourfemme