Gravidanza: importante il suono

da , il

    gravidanza

    Durante la gravidanza cambiano molte cose all’interno della coppia: dai tempi, alle abitudini, alle necessita’, un po’ per una questione psicologica, un po’ per una questione di necessita’ fisiche vere e proprie.

    Sono tantissimi i fattori che possono influenzare la coppia, al punto da condizionarne le azioni; emozioni come l’ansia, lo stress, e la paura potrebbero recare danni a un periodo che invece necessita’ di pace e di serenita’.

    Per rimanere in uno stato di relax, e fare in modo che stia rilassato anche il bambino che sta nel grembo, va bene ad esempio ascoltare della musica che riesca a rilassare anche il bimbo: il bimbo infatti, oltre che attraverso il cordone ombelicale e il contatt fisico diretto, riesce a ricevere gli stimoli che dal corpo della madre, che si fa veicolo, lo accarezzano attraverso l’udito.

    Non e’ raro infatti che una emozione che colpisce la madre si trasmetta, comprovatamente, al bimbo in grembo, e lo stesso e’ per il suono; attraverso il suono il nascituro

    puo’ iniziare il suo percorso di appropriazione del mondo, attraverso una serie di suoni che rimangono cosi’ impressi nella sua memoria.

    Le musiche che il feto ascolta, infatti, rimangono memorizzate nel cervello del bambino, che sara’ in grado di riconoscerle fin dalla sua tenera eta’; nel liquido amniotico non sono solo i suoni a essere riconosciuti e trasmessi, ma anche il battito del cuore della madre e il ritmo del suo respirare, che insieme diventano un importante ritmo per il feto, che all’inizio iesce a riconoscerli come stimolazione vibro-tattile sulla pelle e poi a partire dal quinto mese di gravidanza, come dei veri e prorpi suoni da ascoltare.