NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Gravidanza: fa male la liquirizia al nascituro

Gravidanza: fa male la liquirizia al nascituro

La riprova che i bambini nati da madri assuntori di liquirizia potessero aver riportato qualche danno cognitivo era avvalorato dai test cui venivano fatti oggetto i piccoli ed i risultati ottenuti sono stati pubblicati sull’American Journal of Epidemiology col risultato che “mangiare liquirizia in gravidanza può avere un effetto sul QI ( il test dell’intelligenza ) e sul comportamento dei bambini,” come spiega Jonathan Seckl, dell’Università di Edimburgo

da in Bambini, Gravidanza, Intelligenza, Ormoni, Primo Piano, Salute Donna, Placenta
Ultimo aggiornamento:

    liquirizia

    Donne incinta… dite no alla liquirizia, lo raccomanda un nuovo studio scientifico condotto da ricercatori dell’Università di Helsinki e di Edimburgo che hanno dimostrato come eccessive dosi di liquirizia assunte da madri in dolce attesa possano causare danni al cervello dei bambini che portano in grembo. Uno studio lungo e articolato, durato oltre otto anni quello degli scienziati del Nord Europa, che hanno polarizzato l’attenzione sull’abitudine di alcune donne di assumere la liquirizia nonostante lo stato di gravidanza lo sconsigliasse ed hanno esaminato i bambini successivamente nati.

    La riprova che i bambini nati da madri assuntori di liquirizia potessero aver riportato qualche danno cognitivo era avvalorato dai test cui venivano fatti oggetto i piccoli ed i risultati ottenuti sono stati pubblicati sull’American Journal of Epidemiology col risultato che “mangiare liquirizia in gravidanza può avere un effetto sul QI ( il test dell’intelligenza ) e sul comportamento dei bambini,” come spiega Jonathan Seckl, dell’Università di Edimburgo. In particolare i bambini delle donne che avevano assunto più di 100g di liquirizia pura alla settimana avevano una probabilità maggiore di avere un QI inferiore, e maggiori problemi di attenzione e di comportamento – come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività – degli altri.

    Il motivo per cui si addiverrebbe a tanto è dato dal danneggiamento riportato dalla placenta a causa di un componente della liquirizia, la glicirizzina, si sarebbe infatti evidenziato un anomalo passaggio di alcuni ormoni indotti dallo stress delle madri, parliamo di ormoni indicati come glucocorticoidi, ciò sarebbe stato possibile proprio a causa del danno che la glicirizzina avrebbe arrecato alla placenta.C’è da dire che lo studio finlandese è stato eseguito in una terra dove la liquirizia è molto gradita ai più, basti ricordare il salmiakki, la liquirizia salata comune in tutta la popolazione.

    Un lavoro collaterale sempre effettuato sul ruolo svolto dalla liquirizia sul nascituro “ dimostrerebbe l’importanza della placenta nel bloccare il passaggio al feto degli ormoni dello stress che possono influenzarne negativamente lo sviluppo cognitivo.”

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniGravidanzaIntelligenzaOrmoniPrimo PianoSalute DonnaPlacenta
    PIÙ POPOLARI