Gravidanza: così si può incidere sul sesso del nascituro

Gravidanza: così si può incidere sul sesso del nascituro

Sicuramente tutte tecniche destinate a fallire e ad ingenerare spesso delle false illusioni, stante il fatto che ancora oggi non esiste un metodo infallibile capace di agire in modo determinante sul sesso del neonato

da in Alimentazione, Bambini, Feto, Gravidanza, In Evidenza, Neonati, sali
Ultimo aggiornamento:

    neonato-pochi-giorni-dal-parto

    Sono tante le coppie di coniugi che in attesa di vedere coronata la loro vita dalla nascita di un figlio, durante tutta la gravidanza della donna ipotizzano, sperano, di avere un nascituro di un sesso piuttosto che di un altro; sarà semmai l’ecografia a risolvere l’arcano mistero, ma fino a quel momento per molti il pensiero è quanto mai rivolto alla possibilità di incidere sul sesso del nascituro.

    Non è nuovo il fatto che da sempre si sono ipotizzati diversi sistemi, pure singolari, per incidere sul sesso del futuro nascituro, anche se sulla bontà degli stessi ci sarebbe molto da discutere. Ad esempio, chi non ricorda le diverse posizioni che la donna avrebbe dovuto assumere per facilitare il sesso del nascituro tanto agognato e che dire di quelle misture particolari in grado di influenzare l’impianto di un feto dello stesso sesso quanto mai desiderato.

    Sicuramente tutte tecniche destinate a fallire e ad ingenerare spesso delle false illusioni, stante il fatto che ancora oggi non esiste un metodo infallibile capace di agire in modo determinante sul sesso del neonato. Eppure il mondo scientifico oggi azzarda qualche ipotesi in più sulla possibilità che la futura mamma abbia nel determinare la scelta del sesso del proprio figlio alla nascita, niente di sicuro, si intende, ma alcuni studi farebbero risalire all’alimentazione tale possibilità.

    Secondo le ultime acquisizioni basterebbe infatti rivolgersi ad un’alimentazione molto salata, ovvero, ad alto contenuto di sodio e di potassio e per far ciò bisognerebbe ricorrere anche a frutti come banane, pesche, molto cariche di potassio, carne, pesce, formaggi almeno uno due mesi prima il concepimento e aumenterebbero le possibilità di generare un figlio maschio. Un’alimentazione povera di sale ricca invece di latte, formaggi freschi e insalate varie darebbero la possibilità di avere una figlia.

    Insomma, sodio e potassio sono due elementi che aprirebbero la strada al concepimento di un maschio, calcio e magnesio per la femmina. Un altro studio inglese invece ritiene che le mamme vegetariane hanno più possibilità di generare figlie femmine, mentre le mamme che propendono per un’alimentazione a base di carni avrebbero più possibilità di generare figli maschi. Ecco i cibi da privilegiare quando si vuole decidere il sesso dei neonati:

    Alimenti “maschili”

    Cibi ricchi di sodio: frutti di mare, merluzzo, sardina, tonno, salmone.

    Cibi ricchi di potassio: frutti di bosco, pompelmi, arance, mandarini, meloni, mele, banane, pesche, carote, patate.

    Alimenti “femminili”

    Alimenti ricchi di calcio: latte, formaggio, yogurt, soia, mandorla, tuorlo d’uovo, cavolo, prezzemolo, cima di rapa.
    Alimenti ricchi di magnesio: orzo, fagioli, noci, piselli, riso integrale, frumento integrale.
    I ricercatori ritengono che il successo sia nell’ordine dell’80%…. sarà. Il consiglio però, visto che l’alimentazione incide anche sulla salute della donna in gravidanza, è sempre quello, di fronte a tali possibilità, chiedete al vostro ginecologo se è il caso o meno di alterare la vostra dieta.

    Fonte: C.Paganotti. IL SESSO DEL NASCITURO: potete scegliere, maschio o femmina? dentroCASA, n.91, p.182, Giugno 2007.

    571

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniFetoGravidanzaIn EvidenzaNeonatisali
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI