Gravidanza a rischio se si usano farmaci antidolorifici

Gravidanza a rischio se si usano farmaci antidolorifici

Uno studio canadese ha scoperto che i farmaci antidolorifici non steroidei, i FANS (esclusa l’aspirina), aumentano il rischio di aborti spontanei durante il periodo della gravidanza

da in Antidolorifici, Farmaci, Gravidanza, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    gravidanza rischio farmaci antidolorifici

    La gravidanza può essere a rischio se si usano farmaci antidolorifici. Questi ultimi rientrano nella famiglia dei FANS (farmaci antidolorifici non steroidei) somministrati per contrastare il dolore acuto. Il capostipite di questo gruppo di sostanze è l’aspirina, l’unico farmaco che, secondo gli studiosi, non rappresenta un rischio per le donne in gravidanza. Mentre tutti gli altri antidolorifici, purtroppo, possono causare, a qualsiasi dosaggio, aborti spontanei.

    Il maggiore rischio causato da queste sostanze è il risultato di una ricerca condotta dagli studiosi dell’University of Montreal, che hanno coinvolto ed esaminato 4705 donne che avevano subito degli aborti spontanei.

    Questo gruppo è stato confrontato con 50 mila donne che invece avevano portato a termine serenamente la gravidanza. Dai test effettuati i ricercatori hanno notato come farmaci come il diclofenac, l’ibuprofene e/o il naprossene, e altri ,tutti appartenenti alla famiglia dei FANS aumentano il rischio di aborto.

    La ricerca, pubblicata sulla rivista Canadian Medical Association Journal e la cui autrice è la dottoressa Anick Bérard, direttrice della Research Unit on Medications and Pregnancy presso l’University of Montreal, ha identificato questo rischio, mettendo in guardia le donne che sono in attesa, e facendo attenzione all’assunzione dei farmaci antidolorifici. Questo rischio sembrerebbe non essere causato proprio dall’antidolorifico per eccellenza, che è l’aspirina.

    277

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntidolorificiFarmaciGravidanzaSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI