Grassi omega 3: dove si trovano e che effetti hanno sulla salute

Grassi omega 3: dove si trovano e che effetti hanno sulla salute

I grassi omega 3 sono contenuti nel pesce, nell'olio di oliva e in alcuni vegetali

da in Alimentazione, Apparato gastrointestinale, Grassi, Omega 3, Trigliceridi
Ultimo aggiornamento:

    grassi omega 3 effetti salute

    I grassi omega 3 sono fondamentali per il nostro stato di salute. Infatti essi contribuiscono notevolmente al nostro benessere. Gli acidi grassi omega 3 sono in grado di apportare numerosi vantaggi, per questo un’alimentazione sana dovrebbe assolutamente prevederli. I principali acidi grassi del gruppo omega 3 sono l’acido alfa-linolenico, l’acido eicosapentaenoico e l’acido docosaesaenoico. Possiamo dire in generale che gli acidi grassi omega 3 e 6 sono fondamentali per garantire l’equilibrio di tutte le funzioni fisiologiche dell’organismo. Nello specifico è da ritenersi importante l’apporto di omega 3 e dei derivati grassi omega 3 epa e dha.

    Grassi omega 3: dove si trovano

    Dove si trovano i grassi omega 3? Sono molti gli alimenti che li contengono. Di solito gli esempi più citati sono quelli del pesce o dell’olio di oliva, ma non bisogna dimenticare che ci sono anche molte verdure che li contengono. Il rapporto fra grassi omega 3 e vegetali è molto stretto, soprattutto se non facciamo mai mancare nella nostra dieta broccoli e cardi, che sono in grado di apportare anche vitamine e fibre.

    Fra gli oli, oltre a quello di oliva, bisogna ricordare l’olio di semi di lino e quello di canola. Anche la frutta secca è una considerevole fonte di omega 3: noci, mandorle e nocciole. Per quanto riguarda i pesci, i più ricchi di omega 3 sono il pesce azzurro, il salmone e la trota di lago.

    Grassi omega 3: effetti sulla salute

    Gli effetti sulla salute dei grassi omega 3 sono tanti. Una recente ricerca ha messo in evidenza che gli omega 3 aiutano la proliferazione di batteri buoni, anche se essi avrebbero in generale un’azione antibatterica nel tratto gastrointestinale.

    In particolare i grassi insaturi, omega 3 e omega 6, insieme all’acido gastrico e ai peptidi antimicrobici, riescono a combattere i batteri patogeni. Fra gli altri benefici determinati dall’assunzione di cibi che contengono acidi grassi omega 3, bisogna ricordare la prevenzione cardiovascolare e la modulazione dell’umore.

    In particolare il consumo di omega 3 riuscirebbe a proteggere dall’angina e da altri eventi coronarici. Questo tipo di grassi inoltre sarebbe in grado di far abbassare il livello dei trigliceridi, influenzando la loro incorporazione a livello del fegato. Gli omega 3 porterebbero anche dei benefici contro i dolori alle ossa.

    Per questo possiamo dire che gli acidi grassi polinsaturi omega 3 possiedono anche un’azione antitrombotica. Gli omega 3 svolgono un’azione antinfiammatoria generale, riescono a garantire una più apprezzabile resistenza fisica e una migliore efficienza mentale. Gli omega 3 sono un vero toccasana per il cervello e la memoria.

    493

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneApparato gastrointestinaleGrassiOmega 3Trigliceridi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI