Glicemia alta: la dieta e gli alimenti per tenere i valori sotto controllo

Glicemia alta: la dieta e gli alimenti per tenere i valori sotto controllo
da in Alimentazione, Diabete, Dieta, Glicemia
Ultimo aggiornamento: Domenica 10/04/2016 08:20

    glicemia alta zucchero

    Per contrastare la glicemia alta, la dieta è fondamentale. E’ indispensabile consumare alcuni alimenti adatti a tenere i valori sotto controllo. Infatti non dobbiamo dimenticare che un’alimentazione corretta, assieme ad un regolare esercizio fisico, rappresenta la principale difesa per innescare un’adeguata risposta glicemica. L’organizzazione dei pasti, distribuiti nel corso della giornata, dovrebbe fare in modo di garantire un apporto di circa 1.500 Kcal, gran parte derivanti da ortaggi, frutta fresca e fibre verdi.

    Gli alimenti

    Indispensabili sono le verdure, di qualsiasi tipo e in grandi quantità. Esse infatti sono povere di grassi, mentre hanno in grande quantità fibre, vitamine e sali minerali. Anche la frutta è importante, però dobbiamo saperci regolare su quale scegliere, perché alcuni tipi, come la banana e il kaki, contengono molti zuccheri. Quasi tutti i cereali rientrano nei cibi ad alto indice glicemico, che comprendono il pane bianco, il miele, i crackers, lo zucchero, le patate al forno e fritte, il riso, l’avena, la segale. Apportano molti carboidrati, ma contengono anche importanti nutrienti, come lo zinco e il cromo, che aiutano l’insulina a svolgere la sua funzione.

    La dieta

    In generale si può dire che non è necessario eliminare dal proprio regime alimentare i carboidrati, ma è opportuno sceglierli adeguatamente, secondo una dieta consigliata magari da uno specialista nutrizionista, in grado di tenere conto anche dell’indice glicemico degli alimenti. Sono importanti anche i cibi a basso contenuto di grassi, per tenere sotto controllo il colesterolo e ridurre l’apporto calorico giornaliero. Bisogna fare una distinzione tra grassi buoni e cattivi. Per esempio, per la cottura vanno bene gli oli vegetali, il grasso dei pesci è ricco di omega 3 e possono essere consumati con tranquillità anche quelli derivanti dal latte magro e dallo yogurt. Da considerare anche che molte persone che soffrono di diabete di tipo 2 sono in sovrappeso e, oltre ad avere alti valori della glicemia (quelli regolari sono compresi tra 65 mg/dl e 120 mg/dl), hanno anche un alto livello di colesterolo. Ecco perché serve una dieta per la glicemia alta e il colesterolo nello stesso tempo.

    I sintomi

    I sintomi della glicemia alta comportano fame frequente, abbondante urinazione e sete. Sono sconsigliati, per evitare tutto ciò, i cibi con zucchero aggiunto, come le bevande gassate, i succhi di frutta e gli alimenti troppo elaborati. E’ importante anche cercare di distribuire i pasti durante il giorno senza saltarli, anticiparli o ritardarli eccessivamente. Sostanzialmente, quindi, conta lo stile di vita.

    540

    LEGGI ANCHE