Gli Italiani si fidano delle informazioni in rete sulla salute: merito dei contenuti di qualità

Gli Italiani si fidano delle informazioni in rete sulla salute: merito dei contenuti di qualità

Gli Italiani si fidano delle informazioni in rete sulla salute

da in Benessere, In Evidenza, News Salute, Ricerca scientifica
Ultimo aggiornamento:

    informazioni salute internet

    Gli Italiani mostrano una certa fiducia nei confronti delle informazioni sulla salute che riescono a rintracciare su internet. Lo hanno messo in evidenza i dati che sono emersi dall’indagine portata avanti dall’Osservatorio Sanità di UniSalute. Risultati chiari, visto che l’86% degli intervistati ritiene che internet sia una fonte affidabile di informazioni sulla salute. Il merito sarebbe sostanzialmente dei contenuti di qualità che i blog e i portali internet pubblicano con regolarità, permettendo restare informati e di saperne di più sul proprio stato di benessere.

    La gente cerca informazioni sulla salute su internet e non è totalmente vero che, in tema di salute, gli Italiani si affidano ad internet con imprudenza. La rete non deve essere vista per forza come una fonte di pericoli. Infatti, anche se non può sostituire un consulto medico, rappresenta comunque uno strumento per restare aggiornati.

    Un’indagine di qualche tempo fa ha messo in luce addirittura che sulla salute si ha più fiducia a internet e meno al medico. In tutto questo gioca di certo un ruolo di primo piano la precisione con cui vengono fornite le spiegazioni mediche sui disturbi, sulle malattie e sulle cure, spesso anche da persone specializzate.

    Internet non può e non vuole sostituire le pubblicazioni scientifiche, ma di certo le può affiancare, non dimenticando che la rete offre occasioni di condivisione di esperienze di pazienti, che è un elemento da non sottovalutare.

    Il punto di forza della salute sul web è comunque rappresentato dagli utenti, i quali seguono le notizie con costanza e interesse, dimostrando il loro favore. Per questo non possiamo che rivolgere uno speciale ringraziamento anche ai lettori di TantaSalute.

    351

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereIn EvidenzaNews SaluteRicerca scientifica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI