Gli effetti della marijuana sul sesso

Gli effetti della marijuana sul sesso
da in Droghe, Sessuologia
Ultimo aggiornamento:

    effetti della marijuana sul sesso

    Quali sono gli effetti della marijuana sul sesso? La cannabis ha molte interazioni fondamentali con la salute sessuale, sia maschile che femminile. Eppure molti aspetti non sono conosciuti. E’ possibile che la cannabis condizioni l’erezione? Oppure può essere utilizzata come se fosse una sorta di Viagra naturale, in grado di migliorare le prestazioni sessuali? Gli effetti della marijuana sulla sfera dell’intimità possono essere soltanto negativi o ci sono altri riscontri da prendere in considerazione? Vediamo di capirne di più.

    La marijuana ha l’effetto di migliorare l’umore, soprattutto in relazione a situazioni piacevoli, come potrebbe essere appunto un rapporto intimo. Aumenta anche il desiderio sessuale e l’eccitazione. C’è chi dice che fumare cannabis potrebbe aiutare anche a migliorare le sensazioni durante il rapporto, ma gli effetti della marijuana che potrebbero sembrare positivi vengono controbilanciati da una serie di conseguenze, che possono mettere anche in crisi una prestazione sessuale.

    L’uso di cannabis non va proprio d’accordo con la performance sessuale, perché in particolare incide in maniera forte sulla determinazione dell’erezione:

    • chi consuma abitualmente marijuana potrebbe ritrovarsi a subire un effetto depotenziante, come ha dimostrato uno studio dell’Università del Cairo in collaborazione dell’Università di Ottawa. Si è messo in evidenza che nel pene sarebbero presenti dei recettori che potrebbero essere coinvolti nell’azione del tetraidrocannabinolo;
    • chi consuma marijuana potrebbe risentire di un effetto negativo anche nei problemi a raggiungere l’orgasmo.

      Questo aspetto potrebbe valere sia per gli uomini che per le donne;

    • la marijuana non funge da Viagra naturale. Anzi, se si assume il famoso farmaco che combatte la disfunzione erettile, si dovrebbe evitare di assumere la cannabis: potrebbe venir meno la metabolizzazione da parte del nostro corpo del Viagra. E’ stato provato anche che l’abbinamento marijuana-Viagra potrebbe portare ad un maggior rischio di andare incontro a problemi cardiaci;
    • la marijuana non solo potrebbe causare disfunzione erettile, ma potrebbe fare in modo che l’erezione duri soltanto per pochissimo tempo;
    • l’uso di cannabis può portare nelle donne a secchezza vaginale. Il principio attivo della marijuana tende a provocare una secchezza a livello delle mucose;
    • l’uso abituale di cannabis, sempre come conseguenza del tetraidrocannabinolo, tende a rallentare anche il movimento degli spermatozoi, per cui potrebbe rendere più difficile l’attuazione dell’intento di avere un figlio.

    499

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DrogheSessuologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI