Gli alimenti antistress che ci rendono felici

Gli alimenti antistress che ci rendono felici
da in Alimentazione, Benessere, Mangiar Sano
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25/05/2016 17:38

    I migliori alimenti anti-stress

    Oggigiorno, lo stress sembra essere onnipresente, oltre che la causa di tutti i mali. E se fosse possibile combatterlo con l’alimentazione? Esistono degli alimenti che ci fanno sentire meglio, meno ansiosi e più felici. Ma si tratta solo di un effetto placebo oppure questi cibi contengono sostanze che sono davvero in grado di operare una sorta di “magia” benefica sul nostro cervello? Per risolvere l’arcano, abbiamo chiesto il parere della Prof.ssa Lucia Bacciottini, Neurobiologa, Docente di nutrizione integrata, che abbiamo incontrato durante l’evento organizzato da Solgar Italia “Felicità e Benessere, mete raggiungibili educando mente e corpo”.

    Cioccolato e pane
    pane-e-cioccolato

    Il cioccolato è il capostipite di questi alimenti, però anche il pane per esempio funge da antistress grazie alla sua bontà e alla palatabilità, al suo profumo quando viene acquistato fresco, e biochimicamente per la presenza del triptofano, uno degli aminoacidi che sono presenti nella parte proteica del pane che ha un effetto molto sedativo, molto calmante. Molte persone amano mangiare il pane da solo: questo si spiega scientificamente perché così il triptofano non compete con gli altri amminoacidi.

    Vino e formaggi
    vino-e-formaggi

    Poi abbiamo un altro alimento importante che è il vino, che ha capacità ansiolitiche se bevuto in piccole quantità. E poi includerei il capitolo dei formaggi, che hanno una capacità di gratificare e abbassare il senso dello stress per due ragioni: innanzitutto per la grande quantità di materia grassa che contengono e quindi la piacevolezza, la palatabilità gustativa. L’impatto orale è buono, è tranquillizzante. E poi anche nell’assorbimento dell’alimento stesso esistono delle molecole psicoattive, come per esempio la feniletilamina, che è una sostanza che impatta proprio sul sistema dopaminergico e dà un senso di gratificazione. Alla base di tutto c’è sempre la ricerca di un “reward”: quando c’è uno stato di stress si cerca una ricompensa, perché lo stress è un’attivazione nobile del nostro cervello per cercare una soluzione a stati per i quali ancora non l’abbiamo. Quindi è un sistema di elevazione delle nostre competenze per cercare la soluzione. Naturalmente questo è faticoso anche a livello mentale e può produrre un effetto di dolore psichico, che invece una sostanza che produce e ricompensa il piacere psichico può in qualche modo modulare.

    Frutta secca e cibi salati
    frutta-secca-e-cibi-salati

    Oltre a dolci, cioccolata, pane da solo, vino e formaggi, possono essere importanti anche la frutta secca e i cibi salati, perché contengono anche un po’ di glutammato che ha un’azione eccitatoria di gratificazione. Nessuno quando è stressato mangia l’insalata perché nonostante sia un cibo così virtuoso non ha né un impatto sensoriale e orale di “stupefazione”, poiché essendo composta in prevalenza da acqua i recettori che si trovano all’interno della bocca non vengono molto stimolati e non sono presenti molecole psicoattive. Sicuramente c’è il magnesio nei vegetali, che sono quindi degli antistress che possono essere presi in maniera cronica e suggeriti dal nutrizionista, ma non nel momento.”

    603

    LEGGI ANCHE