NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Gli adolescenti sono più sensibili agli effetti dei traumi sportivi

Gli adolescenti sono più sensibili agli effetti dei traumi sportivi

Uno studio condotto a Montreal ha sottolineato quanto gli adolescenti siano più sensibili, rispetto a bambini e adulti, nei confronti di incidenti traumatici dovuti a sport

da in Adolescenti, Ricerca Medica, Sport, Test, Traumi
Ultimo aggiornamento:

    adolescenti traumi sportivi

    I traumi, anche a livello della testa, possono accadere a chiunque pratichi uno sport, ma gli adolescenti risultano i più sensibili alle conseguenze. Queste ultime possono essere anche molto gravi e durevoli data anche la sensibilità della parte colpita: la testa. Gli incidenti sono da calcolare quando si praticano degli sport, nessuno escluso: anche il più apparentemente sicuro in realtà può trasformarsi nella causa di un evento traumatico.

    La maggiore sensibilità degli adolescenti nei confronti dei traumi sportivi è il risultato di uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Montreal, guidati dal dottor Dave Ellemberg, docente del Dipartimento di Kinesiologia a Montreal. Gli studiosi hanno coinvolto 96 atleti e vengono divisi in tre gruppi: il primo costituito da adulti, il secondo da bambini con un’età compresa tra i 9 ed i 12 anni, e il terzo giovani leggermente più grandi (età compresa tra i 13 ed i 16 anni). Tutti i volontari sono stati sottoposti ad una serie di esami e test neuropsicologici utilizzati normalmente dalla National Hockey League.

    Questi ultimi cosa diagnosticano?

    Gli incidenti traumatici vanno a “colpire” la memoria del lavoro, funzione indispensabile per memorizzare ed elaborare informazioni a breve termine. Durante lo studio vengono esaminate le funzioni cerebrali appartenenti alla memoria ed i risultati, pubblicati su Brain Injury, hanno sottolineato quanto gli adolescenti siano maggiormente sensibili, rispetto a bambini e adulti, a questi traumi, il motivo? Durante questo periodo della vita le aree cerebrali in questione, che gestiscono funzioni importanti come pianificazione e organizzazione, sono in primo piano dato il processo di sviluppo. L’adolescenza rappresenta la parte della vita di una persona molto delicata, in cui molte funzioni e parti dell’organismo sono in pieno sviluppo, ed ecco perché è necessario proteggerle ed evitare qualsiasi tipo di incidente.

    344

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiRicerca MedicaSportTestTraumi
    PIÙ POPOLARI