Giornata Nazionale del Dormire Sano, 16 marzo 2012

Il 16 marzo 2012 si celebra, in tutta Italia, la dodicesima Giornata Nazionale del Dormiresano, per puntare i riflettori sull’importanza del sonno per la prevenzione di problemi e malattie

da , il

    Giornata nazionale del dormire sano

    “Chi dorme sano, non prende peso”: è questo uno degli slogan che anima l’imminente Giornata Nazionale del Dormiresano, in programma per il 16 marzo 2012. Giunta con successo alla sua dodicesima edizione, questa Giornata è un’occasione importante per riflettere, per informare e sensibilizzare i cittadini sull’importanza del sonno, come ingrediente chiave della strategia per preservare la salute.

    Riflettori puntati, anche quest’anno, sull’importanza del dormire sano, ma, in particolare sulle possibili relazioni “pericolose”, tra problemi di sonno, insonnia e disturbi metabolici, che, a loro volta, possono favorire la comparsa di altre patologie, come quelle cardiovascolari, cerebrali e renali.

    Dormire bene, infatti, è la prima arma per contrastare la comparsa di altre malattie, per prevenire l’obesità, il sovrappeso e i disturbi metabolici, come il diabete. Sembra un aspetto trascurabile della quotidianità, delle abitudini di vita, ma non lo è: la quantità e la qualità del sonno influenzano il benessere di una persona, aiutano a mantenersi in salute e a prevenire obesità e diabete.

    La Giornata del Dormiresano nasce proprio per mettere in evidenza queste possibili correlazioni rischiose, per promuovere l’importanza di dormire “sonno tranquilli”. Qualche dato, per chiarire meglio la situazione: chi dorme meno di sette ore per notte (32-49 anni) ha un indice di massa corporea più elevato e una maggior probabilità di diventare obeso; una persona con diabete su due riferisce insonnia, rispetto al 31% della popolazione sana di controllo di pari età; il 15,5% degli individui diabetici tende ad addormentarsi di giorno, contro il 6% della popolazione di controllo.