Giornata Mondiale contro l’Aids, 1 dicembre 2014

Giornata Mondiale contro l’Aids, 1 dicembre 2014

1 dicembre 2014: torna, come ogni anno, l’appuntamento con l’informazione e la sensibilizzazione sul virus Hiv, con la Giornata Mondiale contro l’Aids

da in AIDS, Prevenzione
Ultimo aggiornamento:

    giornata mondiale contro l aids 1 dicembre

    La Giornata Mondiale contro l’Aids dell’1 dicembre 2014 ha come simbolo un nastro rosso. Si rinnova l’appuntamento annuale con una giornata per riflettere su questa patologia, che conta ancora troppe vittime, un tasso di incidenza e di contagio ancora troppo alto. Una giornata per informare e sensibilizzare sull’importanza della prevenzione, per evitare la trasmissione del virus dell’Hiv e interrompere la spirale della malattia. Zero nuove infezioni, zero discriminazioni, zero morti Aids-correlate: ecco lo slogan di questa Giornata Mondiale.

    La ricorrenza rinnova l’appuntamento con la prevenzione dell’Aids con test e consulenze gratuite.

    Lo scopo di questa importante occasione di confronto e informazione è “getting to zero“, azzerare i numeri spaventosi di questa patologia.

    Prevenzione, prima di tutto, anche con la diagnosi precoce, per diminuire i casi di trasmissione sessuale del virus Hiv, la modalità di contagio più diffusa in Italia. In tutto il Bel Paese sono previste iniziative, eventi, convegni, incontri e presidi dei volontari Lila e Anlaids, per offrire consulenze, materiale informativo e suggerimenti preziosi a tutti i cittadini.

    La Giornata Mondiale contro l’Aids è un appuntamento fisso dell’1 dicembre, fin dalla sua prima edizione, nel 1988, quando è stata istituita dall’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Gli obiettivi di questa importante iniziativa globale sono sempre stati chiari e precisi: mantenere alta l’attenzione su questa malattia, sensibilizzare l’opinione pubblica contro la discriminazione nei confronti delle persone colpite, fare il punto sui risultati raggiunti dalla medicina, per la cura, la prevenzione e l’informazione sulla malattia.

    332

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AIDSPrevenzione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI