Geni: la salute è scritta nella Dna Card

Stephen Quake si è sottoposto ad una mappatura del proprio genoma, per scoprire tutte le patologie a cui è geneticamente predisposto

da , il

    scala dna

    Molto interessante è la Dna Card, che è stata messa a punto dagli esperti della Stanford University. Si tratta di una scheda nella quale sono riportati tutti i dati genetici di un uomo, che sono emersi dall’analisi e dalla mappatura del suo genoma. Un’operazione complessa di cui è stato protagonista un uomo di 40 anni.

    Egli ha scoperto di essere predisposto a varie patologie. Stephen Quake, è questo il nome dell’uomo che si è sottoposto allo studio in questione, che apre prospettive nuove e allo stesso tempo inquietanti. La storia familiare del soggetto è ricca di problemi legati a patologie cardiocircolatorie e osteoartrite. Ora il suo patrimonio genetico è a disposizione di quanti volessero ricavare da esso informazioni essenziali sul suo stato di salute e sui possibili effetti che potrebbero scaturire dall’impiego di determinati farmaci.

    Attraverso una ricerca accurata, gli studiosi sono arrivati a stabilire a quali farmaci Stephen Quake è più sensibile e hanno realizzato una card che contiene informazioni molto importanti dal punto di vista clinico. L’uomo, che è sano, ha potuto scoprire di correre il rischio di incorrere nell’infarto del miocardio, nell’obesità, nel diabete di tipo 2, nel cancro e nella morte cardiaca improvvisa. Inoltre il suo rischio di incorrere nell’Alzheimer è piuttosto basso.

    Come ci sentiremmo, vivendo con la consapevolezza di essere geneticamente predisposti a tutte queste patologie? Di sicuro avremmo bisogno di un valido sostegno psicologico. I progressi della scienza a volte hanno delle implicazioni etiche che bisogna comunque considerare. Non è detto che conoscere il proprio destino in termini di salute sia sempre vantaggioso.

    Immagine tratta da: pro-bike.it