Gengivite: sintomi, cause, cura e rimedi

Gengivite: sintomi, cause, cura e rimedi
da in Cura dei Denti, Gengive
Ultimo aggiornamento: Sabato 27/08/2016 07:07

    gengivite sintomi cause cura rimediLa gengivite è l’infiammazione delle gengive. Se la patologia viene trascurata, si giunge ad una cronicizzazione del processo infiammatorio e il tutto può evolvere in parodontite. I sintomi sono rappresentati dall’alito cattivo e dal sanguinamento. Le cause possono essere rintracciate in diversi fenomeni, da malattie come il diabete all’uso di farmaci come i cortisonici. Una forma di gengivite particolarmente grave è quella ulcerativa necrotizzante, che si manifesta con dolore, febbre e ulcerazioni. Di solito sorge in pazienti debilitati, a causa di un’infezione. La cura più adatta consiste nella corretta igiene orale e nell’eliminazione dei fattori di rischio, anche per la prevenzione. Fra i rimedi ci possono essere d’aiuto alcune sostanze naturali.

    I sintomi

    I sintomi della gengivite comprendono le gengive gonfie, che possono indurre anche al sanguinamento, soprattutto quando vengono spazzolate o quando si mangiano cibi duri. Si può essere in presenza di un alito cattivo e, nei casi più gravi, possono comparire spazi fra i denti e la riduzione delle gengive con conseguente esposizione delle radici.

    Possono essere presenti delle forme di arrossamento e un dolore, che può manifestarsi in maniera anche intensa. Si nota, comunque, in particolare, che le gengive cominciano a perdere la loro struttura e il loro colore originario.

    Le cause

    Le cause della gengivite sono di solito rapportabili ad un’infezione batterica. Gli esperti non riescono a spiegare come essa possa svilupparsi. Di solito si tratta di un processo che porta la placca ad accumularsi nelle aree comprese fra i denti. La placca contiene numerosi batteri ritenuti responsabili del problema.

    In ogni caso, perché l’infezione si sviluppi, il soggetto deve trovarsi debilitato. Ciò può accadere quando ci sia una malattia sottostante o quando si assumano dei farmaci in particolare, come quelli contro l’ipertensione, i cortisonici, gli antidepressivi, gli antiepilettici e le terapie ormonali, compresa la pillola anticoncezionale.

    Ci sono anche delle malattie che favoriscono l’azione batterica, indebolendo il sistema immunitario: diabete, leucemia, hiv. In generale svolge un ruolo importante anche lo stress.

    La cura

    La cura per la gengivite deve essere decisa dal dentista, che è l’unico a poter indicare la giusta terapia a cui fare ricorso. Di certo è fondamentale mantenere una buona igiene orale, usando in maniera corretta lo spazzolino e il filo interdentale. Vanno eliminati anche i principali fattori di rischio o a scopo preventivo o per non rendere più grave la situazione. Ad esempio, è importante smettere di fumare.

    Il dentista può intervenire correggendo alcuni fattori irritanti, come la carie, ed eliminando i depositi di tartaro dalla superficie dei denti. E’ sconsigliato usare il fai da te, ricorrendo a dentifrici o a collutori particolari.

    I rimedi

    Esistono vari rimedi per la gengivite. Molti di essi sono rimedi naturali. Efficace è l’aloe vera. Bisogna strofinare la polpa di questa pianta in bocca e poi fare dei gargarismi con l’acqua. Molto utile è anche una miscela a base di bicarbonato di sodio e acqua, che riesce a neutralizzare l’acidità dei batteri.

    Utili sarebbero anche i dentifrici contenenti menta, neem e basilico. Essi servono non solo ad evitare la diffusione dell’infezione, ma anche a ridurre il gonfiore e l’infiammazione. Da non dimenticare i gargarismi con un composto a base di triphala, che vanno fatti con l’acqua tiepida.

    Molto importante è tenere d’occhio l’alimentazione. Si dovrebbe aumentare il consumo di frutta, soprattutto scegliendo gli agrumi, che sono ricchi di vitamina C. Molto efficace anche il succo di mirtillo.

    737

    LEGGI ANCHE