Gengive infiammate: sintomi, cause e rimedi

Gengive infiammate: sintomi, cause e rimedi
da in Bocca, Gengive, Infiammazioni, Mucose
Ultimo aggiornamento: Sabato 10/09/2016 07:07

    Gengive bocca

    Le gengive infiammate causano dei sintomi fastidiosi: le cause di questo disturbo sono diverse, così come i rimedi per combatterlo. L’infiammazione gengivale è uno dei problemi più diffusi e comuni: basti pensare, infatti, che – secondo alcuni studi – l’incidenza di questo disturbo riguardante la salute orale è pari a circa il 50%-70%. Ma qual è la sintomatologia relativa alle gengive infiammate? Cosa fare? In cosa consistono cura e terapia per questo disturbo? Scopriamo di più in merito.


    Quali sono i sintomi delle gengive infiammate? La sintomatologia comprende arrossamento, irritazione, dolore, bruciore, alito cattivo e sensibilità, che intaccano le zone colpite: solitamente, le parti vittime di questo disturbo sono quelle comprese tra i denti incisivi e i molari perché sono, rispettivamente, i più affilati e i più grandi. Le gengive possono anche essere, doloranti, sanguinanti e gonfie: il sanguinamento può essere dovuto al fatto che la mucosa gengivale diventa più ricca di sangue e, dunque, maggiormente soggetta a tale problema.


    Le cause delle gengive infiammate possono essere diverse. Un uso sbagliato dello spazzolino e del filo interdentale possono essere tra queste, ma anche la presenza di batteri e infezioni, una scarsa pulizia e igiene orale e gravidanza e allattamento: pare, infatti, che circa il 20% delle donne incinte accusino questo disturbo, probabilmente per i cambiamenti ormonali in corso e l’aumento del sangue in circolo. Da segnalare anche alcuni farmaci, il fumo – che crea problemi anche al sonno - il diabete e la carenza di vitamine, oltre che l’accumulo di placca e tartaro. In alcuni casi, inoltre, anche stress e predisposizione genetica possono causare la comparsa dell’infiammazione gengivale.


    La prevenzione è, senza alcun dubbio, l’arma migliore per affrontare il problema: una pulizia e igiene orale adeguate – lavare i denti con attenzione, dopo ogni pasto – sono il primo passo da fare contro le gengive infiammate, ma anche la scelta del dentifricio ideale, dello spazzolino giusto – di media durezza – e un uso delicato del filo interdentale. Il collutorio è, poi, uno dei rimedi più utilizzati, in questo caso: questo svolge un’azione disinfettante, per cui possono essere effettuati più sciacqui. È raccomandata, inoltre, una pulizia dei denti professionale da effettuare almeno una volta l’anno.

    Esistono, poi, dei rimedi naturali ai quali poter ricorrere, tramite sciacqui da effettuare fino alla scomparsa del problema. Quali? Acqua e sale è uno di questi: il sale marino ha, infatti, un’azione decongestionante ideale in casi del genere e aiuta a ridurre le infiammazioni, calmare il dolore e combattere le infezioni. Anche acqua e bicarbonato, acqua e limone e acqua ossigenata si rivelano altrettanto utili. L’infuso di salvia, di camomilla o di malva – dai diversi benefici e proprietà - svolgono un’azione cicatrizzante, antinfiammatoria, antisettica e calmante, per cui è possibile utilizzarli come collutori o per immergervi lo spazzolino da passare, poi, sui denti. Contro le gengive infiammate, è possibile usare anche dell’aloe vera – come gel, da massaggiare sulle gengive infiammate – dell’olio di cocco e del tè nero: tutti questi rimedi hanno, infatti, proprietà calmanti nei confronti dell’infiammazione e del dolore. Infine, ricordatevi di rivolgervi al dentista, se il disturbo dovesse persistere o aggravarsi.

    659

    LEGGI ANCHE