NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Gel igienizzanti: attenzione agli incendi

Gel igienizzanti: attenzione agli incendi

“Che i prodotti che contengono alcol siano infiammabili non è una novità – commenta il dottor Luigi Gagliardi, direttore del reparto Sicurezza dei prodotti cosmetici dell’Istituto superiore di sanità – certo dovrebbero riportare sul retro della confezione, per correttezza dell’informazione, l’etichetta quadrata di colore arancione con una fiamma di colore nero e la scritta ‘infiammabile’

da in Farmaci, Igiene, Influenza
Ultimo aggiornamento:
    Gel igienizzanti: attenzione agli incendi

    A volte l’assenza di informazioni o la scarsezza di notizie al riguardo può provocare veri e propri drammi. Ne sanno qualcosa coloro che maneggiano gel igienizzanti, prodotti questi che, pur avendo una base alcolica, tale presenza non viene assolutamente riportata nella confezione, col risultato che in particolari condizioni di utilizzo si può assistere a veri e propri incendi dei flaconi. Un esempio ci viene anche da quei prodotti utilizzati per l’igiene delle mani, sotto forma di gel o sostanze con base alcolica.

    E, soprattutto in tempi caratterizzati dall’epidemia influenzale, quando una maggiore igiene delle mani è richiesta alla popolazione, il rischio di incappare in veri e propri incidenti è quanto mai reale. Eppure in questi articoli manca sulla confezione la dicitura di prodotto infiammabile, nonostante possano essere utilizzati anche dagli stessi bambini.

    “Che i prodotti che contengono alcol siano infiammabili non è una novità – commenta il dottor Luigi Gagliardi, direttore del reparto Sicurezza dei prodotti cosmetici dell’Istituto superiore di sanità – certo dovrebbero riportare sul retro della confezione, per correttezza dell’informazione, l’etichetta quadrata di colore arancione con una fiamma di colore nero e la scritta ‘infiammabile’.

    Il guaio è che le aziende produttrici non sono neanche obbligate a riportare tali indicazioni nelle confezioni e ciò in quanto anche questa sostanze rispondono alla normativa dei cosmetici (713/86) che non impone un vincolo.

    “Tuttavia – continua il dottor Gagliardi – qualora accada qualcosa ai bambini, la responsabilità ricade sulle aziende.

    Nel 2005 infatti, l’Italia ha recepito una direttiva europea e ha varato il Codice del consumo (decreto legislativo n. 206 del 6 ottobre 2005) nel quale si dice che il produttore deve cercare di evitare qualsiasi utilizzo sbagliato del materiale messo in commercio. Non sono altro che le misure prudenziali: per cui sarebbe bene far capire ai genitori che se il gel contiene alcol va usato con prudenza”.

    Vediamo il video che hanno realizzato alcuni ragazzi alle prese con questi prodotti pericolosi.

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciIgieneInfluenza
    PIÙ POPOLARI