Gastrite: le cure più “dolci”

Il dolore allo stomaco è insopportabile, caratterizzato anche da forte bruciore: può trattarsi di gastrite, alcuni rimedi utili possono arrivare anche dalla dieta e dalla natura

da , il

    Cure naturali per la gastrite

    Lo stomaco si contorce per dolori lancinanti e bruciori al limite della sopportazione? Molto probabilmente si tratta di gastrite. Disturbo sempre più diffuso, con percentuali di incidenza in costante aumento, la gastrite si può trattare con i farmaci, ma anche la natura offre molti rimedi interessanti. Si tratta di un’infiammazione della parete interna dello stomaco, la mucosa, e può essere cronica o acuta.

    I sintomi sono facilmente riconoscibili: il dolore addominale, nell’area compresa tra lo sterno e l’ombelico, è intenso e ricorrente. I possibili fattori scatenenti possono essere molteplici: alimentazione eccessiva e inadeguata, ansia e stress, abuso di sostanze dannose, come alcol e fumo. In alcuni casi, il colpevole ha nome e cognome, Helicobacter pilori, un microrganismo che può sopravvivere anche per anni all’interno dello stomaco, causandone il deterioramento delle pareti.

    Il regime alimentare è il primo alleato della salute dello stomaco: una dieta equilibrata, con tre pasti principali e due spuntini, fatta di alimenti salutari, preferibilmente freschi e non ricchi di conservanti, verdure, cereali e frutta, è la scelta migliore.

    Alcuni rimedi efficaci vengono anche dalla natura, dalla fitoterapia, sempre sotto consiglio medico, evitando l’automedicazione. Il ficus carica è ottimo contro l’iperacidità gastrica, il ribes nigrum è un efficace antinfiammatorio, mentre la camomilla, la malva e la melissa, antispastici da assumere sotto forma di tisane o infusi, favoriscono il rilassamento delle pareti gastriche. Ottimi anche gli olii essenziali, gli estratti aromatici delle piante: qualche goccia di lavanda, applicata localmente sull’addome, tra lo sterno e l’ombelico, aiuta il processo digestivo.

    Immagine tratta da: agraria.org