Gambe a rischio di disturbi vascolari a causa delle cattive abitudini

Gambe a rischio di disturbi vascolari a causa delle cattive abitudini

I disturbi vascolari interessano circa il 25% della popolazione, soprattutto, nei paesi industrializzati, e in maniera maggiore le donne

da in Apparato Cardiovascolare, Gambe, News Salute, Prevenzione, Salute Donna, Vasi sanguigni
Ultimo aggiornamento:

    gambe rischio disturbi vascolari abitudini

    Le cattive abitudini causano dei disturbi vascolari a livello delle gambe, soprattutto, nelle donne. Le patologie vascolari, che interessano i vasi sanguigni degli arti inferiori, si stanno diffondendo sempre di più, in quanto le cattive abitudini, i vizi, non tendono a sparire, anzi…La maggior parte delle persone, in estate, per vari motivi, riesce a seguire anche uno stile di vita, abbastanza sano; ma quando inizia la stagione invernale, tutte le cattive abitudini ritornano.

    Secondo studi statistici, circa il 25% delle persone, in particolare donne, soffre di un disturbo vascolare. Questo dato è molto variabile, in base all’età, sesso, paese, e fattori di rischio. Il problema, che molte volte può anche essere sottovalutato, deve far riflettere.

    Alcuni studiosi si sono riuniti per discutere di quest’ultimo, durante un convegno, intitolato “Gambe: quando salute è sinonimo di bellezza”,organizzato dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), in collaborazione con l’Ide (Istituto dermatologico europeo). La Presidente dell’Onda, la dottoressa Francesca Merzagora sottolinea quanto sia importante la prevenzione e la diagnosi precoce, iniziando dalla paziente stessa.

    Infatti, seguire uno stile di vita sano, partendo da un’alimentazione ricca di antiossidanti, ad un’attività fisica regolare, evitando fumo, stress e posture scorrette, sicuramente aiuta a tenere alla larga questo tipo di patologia. Inoltre, notare dei problemi alle gambe, come perdita di tono o piccole vene in evidenza, deve far scattare l’allarme, e rivolgersi ad uno specialista, in modo da verificare la presenza o no di un problema. In base alla gravità del disturbo, esistono vari metodi terapeutici, da un linfodrenaggio manuale ad interventi più importanti (scleroterapia con liquidi chimici o con soluzioni saline ipertoniche).

    359

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Apparato CardiovascolareGambeNews SalutePrevenzioneSalute DonnaVasi sanguigni
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI