NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Fumo /3: i centri per smettere di fumare

Fumo /3: i centri per smettere di fumare
da in Benessere, Fumo, Smettere Di Fumare
Ultimo aggiornamento:
    Fumo /3: i centri per smettere di fumare

    fumo

    In questo articolo saranno elencati per i fumatori i maggiori centri conosciuti in italia e schedati dall’Istituto Superiore di Sanita’, dove e’ possibile recarsi per cercare di smettere di fumare. La battaglia contro il tabacco in questo periodo di vacanze e’ una delle possibili sfide da affrontare, cominciarla prima, dopo o durante potrebbe essere una delle soluzioni per le migliaia di fumatori che sono ancora in tempo per smettere senza avere permanentemente danneggiato il proprio corpo.

    I centri conosciuti a livello nazionale sono 345, di cui 265 ospedalieri e 80 gestiti dalla Lega Italiana contro i Tumori (dati ISS). Smettere in questi centri garantisce un trattamento farmacologico e un trattamento psicologico, al costo variabile di 46 euro minimi tramite ticket, o di 150 per un centro privato. Il numero verde per contattare il centro piu’ vicino di disintossicazione da fumo e’ il numero 800 554088 (fonte ministeriale).

    Vediamoli allora Regione per Regione: in Sicilia a Catania si puo’ smettere di fumare presso l’Ospedale “Tomaselli”, in Sardegna a Cagliari e’ operativo il “Presidio Ospedaliero Roberto Binaghi” alla II Divisione pneumologia, dove si trova il Centro antifumo.

    In Puglia invece se ne occupa direttamente l’ Azienda ospedaliera di Bari, presso il “Policlinico consorziale”, dove e’ collocato il Centro di riabilitazione respiratoria, e delle Malattie dell’apparato respiratorio. In Calabria per smettere di fumare e’ necessario recarsi presso l’Azienda ospedaliera “Mariano Santo” alla II divisione di Pneumologia oncologica, dove si trova il Centro antifumo di Cosenza. Negli Abruzzi presso l’Ospedale “Santa Maria di Collemaggio”, esiste il Centro di prevenzione per le malattie respiratorie, de L’Aquila.

    Segue poi la Basilicata, dove e’ operativa la Divisione di Cardiologia preventiva e sociale di Matera, che lavora in collaborazione con la Lega Tumori; in Campania presso l’Azienda ospedaliera “A. Cardarelli” di Napoli il servizio e’ attivato in Pneumologia; nel Molise se ne occupa direttamente il SeRt di Agnone, in Provincia di Isernia; nelle Marche ad Ascoli Piceno presso l’ Ospedale Generale provinciale “C. G. Mazzoni” sono presenti gli ambulatori della Lega Tumori, con il servizio di assistenza psicologia e farmacologica per le terapie anti-fumo.

    A Roma il centro di prevenzione e di disintossicazione da tabacco accreditato all’ISS si trova presso il Polo Oncologico “Regina Elena” presso il servizio di Fisiopatologia
    respiratoria. In Emilia Romagna l’Azienda Usl Bologna Nord, nel Dipartimento di Sanità pubblica, ospita il Centro antifumo; nel Friuli Venezia Giulia invece l’Azienda ospedaliera “Ospedali riuniti” di Trieste ospita il servizio del gruppo “Ospedale senza fumo”, presso il Dipartimento di Pneumologia di Trieste.

    In Liguria a Genova opera la Sezione provinciale della Lega Italiana contro i Tumori, che in Lombardia invece e’ ospitata dall’Azienda ospedaliera “S. Gerardo” di Monza. In Piemonte infine si occupa di prevenzione alla dipendenza da tabacco e di disintossicazione da nicotina l’Ospedale Mauriziano “Umberto I”, presso la sezione di Pneumologia di Torino.

    CENTRI GEA

    CENTRI SITAB

    542

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereFumoSmettere Di Fumare
    PIÙ POPOLARI