Fumo: un fumatore su tre tenta di smettere, spesso invano

Fumo: un fumatore su tre tenta di smettere, spesso invano
da in Fumo, Infarto, News Salute, Primo Piano, Sanità, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Sigaretta

    Segno di un’epoca che, lentamente ma inesorabilmente se ne va, quella che ha contraddistinto intere generazioni di uomini prima e donne dopo, quella delle scure cortine di fumo che ricoprivano le stanze di giocatori incalliti, le sale cinematografiche di mezzo secolo fa e che facevano da intrigante sfondo alle pellicole fino a un ventennio fa; parliamo del vizio del fumo di sigaretta.

    Siamo sicuramente ben lontani ancora dal dare addio alle “bionde”, ma la campagna contro il fumo di sigaretta ha smitizzato di fatto quello che era l’inesorabile completamento dell’uomo di successo, della persona affermata, dell’uomo libero di appena 40/50 anni fa. Il fatto stesso che su tre fumatori, almeno uno, stia facendo sforzi immani per dire addio alle sigarette, ci fa capire che dove non è riuscito il terrorismo psicologico e i tanti divieti imposti è riuscita una diversa cultura che ha di fatto stravolto le abitudini delle persone nel corso di una sola generazione cui si è fatto leva semplicemente smitizzando quella che da abitudine emulatoria diventava e diventa tutt’ora vizio difficile da estirpare una volta che si è radicato nell’individuo.

    Purtroppo per chi è rimasto intrappolato nel vizio uscirne è sicuramente difficile, perché la dipendenza dalle sigarette, come ben si sa, non è solo fisica ma anche se non addirittura maggiore è la dipendenza psicologica e a poco serve sapere dei danni ai polmoni, il tumore innanzitutto, degli effetti negativi all’apparato cardiovascolare, su coloro che ci provano a smettere pesa come un macigno la tentazione a riprendere il vizio e ripresentarsi, nell’80% dei casi, nuovamente dal tabaccaio è cosa molto nota.


    A indicarci lo spaccato della popolazione famatrice italiana un sistema di sorveglianza chiamato Passi (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia ) che dopo aver analizzato il fenomeno è giunto, purtroppo, a questo sconsolante risultato.

    339

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FumoInfartoNews SalutePrimo PianoSanitàTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI