Fumo passivo: allarme asma nei bambini

Sale il numero dei piccoli asmatici, anche e soprattutto, per colpa del fumo passivo, che i figli dei fumatori sono costretti a respirare in casa

da , il

    Asma dei bambini e il fumo passivo dei genitori

    Genitori, per proteggere la salute dei vostri bambini, spegnete quella sigaretta! Dovrebbe essere questo il monito per mamme e papà amanti delle bionde che rischiano di mettere in serio pericolo lo stato di salute dei piccoli che vivono con loro. Infatti, secondo i dati diffusi recentemente dal Ministero della Salute, ben il 15% dei casi di asma tra i bambini e i ragazzi è da attribuire al fumo passivo respirato tra le mura domestiche.

    Un’immagine piuttosto allarmante: sale costantemente il numero dei piccoli affetti dalla malattia respiratoria, per colpa, in molti casi, del fumo passivo respirato in casa, dove uno o entrambi i genitori fumano. Ecco quanto è emerso dalla relazione sullo Stato Sanitario del Paese, presentata nei giorni scorsi dal ministero della Salute.

    Secondo la relazione, l’inquinamento dell’aria respirata dai bambini e dai giovanissimi, in casa, ma anche in auto, rappresenta una vera e propria emergenza di sanità pubblica, dalle rilevanti implicazioni sanitarie, sociali ed economiche. Sale, per questo motivo, il numero dei piccoli affetti da patologie respiratorie, come, soprattutto, l’asma, ma anche allergie, BPCO, infezioni respiratorie, disturbi irritativi, tumore ai polmoni e disturbi cardiovascolari.

    Senza le dovute cautela, quindi, l’aria che i piccoli respirano nel luogo dove trascorrono gran parte della loro giornata, la casa, dove mangiano, dormono, studiano e giocano, rischia di trasformarsi in una miscela “esplosiva” di sostanze dannose, un mix di nicotina, catrame e fumo di tabacco, che può scatenare l’asma. I complici di questa contaminazione pericolosa? I genitori che non riescono a dire addio alle sigarette.