Fumo: nemico della pelle, favorisce l’acne

Fumo: nemico della pelle, favorisce l’acne

Il fumo “ti fa brutta”, almeno stando ai risultati della ricerca di un team di specialisti italiani e tedeschi, che ha individuato un legame pericoloso tra una nuova forma di acne e le sigarette

da in Acne, Fumo, Malattie, News Salute, Pelle, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Il fumo è nemico della pelle

    Il fumo, quella brutta abitudine di concedersi sempre una sigaretta di troppo potrebbe costare davvero caro alla bellezza, perché rischia nuocere gravemente non solo alla salute di tutto l’organismo, ma, in particolare, a quella della pelle, con riflessi negativi anche dal punto di vista estetico. Infatti, una recente ricerca italiana ha identificato una nuova forma di acne, correlata al fumo di sigaretta.

    Una nuova versione della tanto odiata acne, corredata degli immancabili e antiestetici brufoli? Sì, ma non solo, questo disturbo che colpisce la cute, è legato, secondo i ricercatori dell’Istituto Dermatologico San Gallicano, al fumo di sigarette.

    Il nuovo studio ha confermato i sospetti: il fumo è correlato all’insorgenza, nelle donne, di una particolare forma di acne difficile da curare, definita Acne Comedogena Post Adolescenziale (CPAA), caratterizzata da lesioni estese su tutto il volto, con un conseguente impatto psicologico significativo sulle donne.

    Gli esperti, i dermatologi dell’Istituto San Gallicano, in collaborazione con gli specialisti del Dessau Medical Center della Germania, hanno coinvolto nella sperimentazione 226 donne acneiche, di età compresa tra i 25 e i 50 anni, che sono state esaminate nell’arco di otto mesi allo scopo di stabilire l’età di insorgenza della malattia e di classificare il numero, il tipo e la distribuzione delle lesioni, e la CPAA è stata riscontrata nell’85% delle pazienti.


    “I risultati attuali non solo confermano i dati precedenti, dimostrando che la CPAA è la forma più frequente di acne nelle donne adulte, ma associano in maniera evidente questa forma clinica al consumo di sigarette. Infatti, non solo le fumatrici rappresentano il 66% del nostro campione, ma ben il 71,4% delle donne affette da CPAA fuma abitualmente, il che suggerisce una correlazione diretta tra sigarette ed acne non infiammatoria” ha spiegato il dottor Bruno Capitanio, che ha partecipato allo studio.

    383

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcneFumoMalattieNews SalutePelleRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI