Fumo: imperativo è smettere!

Uno studio finlandese ha verificato la proporzionalità di incidenza tra numero di sigarette fumate al giorno e morte per cancro al polmone o malattie al sistema cardio-respiratorio: i risultati sono sconcertanti, non esiste una differenza evidente tra fumatore medio e forte fumatore, per cui eccezion fatta per i fumatori del fine settimana per tutti gli altri l'imperativo è smettere

da , il

    Divieto di fumare

    Fino a qualche tempo fa anche i medici erano propensi a credere che il fumo di meno di 10 sigarette al giorno non fosse problematico, per la salute.Tanto che persino sulle cartelle mediche di anamnesi, se si dichiarava di fumare meno di 10 sigarette, non si veniva in molti casi considerati neppure fumatori.

    Probabilmente anche a causa del crescente inquinamento atmosferico cittadino che, in effetti, fa sì che anche i non fumatori, respirando aria cittadina (a anche in provincia, purtroppo! Vi ricordate la foto dell’inquinamento, quella dove si vede il triangolo bordeaux-rosso sulla Pianura Padana?), inalino polveri e sostanze mortali senza avere il “grigio” vizio.

    Secondo uno studio finlandese, ridurre anche del 50% il numero di sigarette fumate non riduce i rischi di ammalarsi o contrarre le malattie collegate al fumo e i rischi di morte.

    La ricerca ha interessato 24.959 uomini e 26.251 donne, di età compresa tra i 20 e i 49 anni.

    Le valutazioni sui soggetti sono state effettuate a metà degli anni 70.

    Poi 3 anni dopo, 13 anni dopo e nel 2003.

    Tra 

    • non fumatori
    • ex fumatori
    • fumatori moderati (da 1 a 14 sigarette al giorno)
    • “riduttori” (fumatori che hanno ridotto il numero di sigarette da oltre 15 alla metà)
    • forti fumatori (più di 15 sigarette al giorno)

    Senza distinzioni tra uomini e donne, è risultato che tra i forti fumatori non sono stati riscontrati miglioramenti nè sulla mortalità per cancro al polmone, né su quelle per altre cause specifiche come, per esempio, le malattie cardiovascolari, per color che hanno dimezzato il numero disigarette fumate.

    Se volete smettere di fumare, sul web ci sono numerosi spunti di riflessione:

    http://www.smettere-di-fumare.it/

    http://smetteredifumare.altervista.org/

    http://www.smetterefumare.com/

    E un libro di recente uscita propone addirittura 52 idee brillanti per riuscirci:

    Smettere di fumare, di Peter Cross, Clive Hopwood edizioni Hobby & Work Edizioni – giugno 2007