Fumo: contrastarlo con un uso prolungato del cerotto

Fumo: contrastarlo con un uso prolungato del cerotto

Gli psichiatri dell’Università di Filadelfia hanno dimostrato che un uso prolungato del cerotto alla nicotina può far aumentare le possibilità di successo nel tentativo di smettere di fumare

da in Benessere, Fumo, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cerotto antifumo

    Smettere di fumare non è certo facile, perché bisogna affrontare la dipendenza determinata dalla nicotina sia a livello fisico che a livello psicologico. Eppure rinunciare al tabacco si dimostra una strategia essenziale per fare attenzione alla nostra salute e per evitare di incorrere in rischi piuttosto gravi che riguardano diverse patologie.

    C’è chi ricorre al cerotto alla nicotina per liberarsi dell’abitudine al fumo, ma spesso anche in questo caso si può andare incontro ad un vero e proprio fallimento. Occorre infatti anche forza di volontà per resistere e vincere la battaglia contro il fumo. Per diversi motivi in sostanza i rimedi contro il fumo adottati potrebbero non rivelarsi efficaci. Ma in questo caso il segreto è non arrendersi. Anche nel caso dell’uso del cerotto è bene persistere.

    Anzi un recente studio che è stato condotto dagli psichiatri dell’Università di Filadelfia sono riusciti a dimostrare che, per avere più possibilità di smettere di fumare usando il cerotto alla nicotina, potrebbe essere utile anche prolungare il trattamento.

    Gli studiosi sono giunti a questa conclusione dopo avere effettuato uno specifico esperimento. Hanno preso in considerazione 600 fumatori e i li hanno divisi in due gruppi.

    Il primo gruppo è stato sottoposto al trattamento con il cerotto per il periodo di tempo consigliato pari a due mesi, mentre i soggetti del secondo gruppo hanno usufruito di un trattamento più lungo, pari a sei mesi. Si è potuto riscontrare che la percentuale di coloro che hanno smesso di fumare è stata del 20% nel primo gruppo e del 32% nel secondo gruppo. In ogni caso le differenze tendevano a diventare meno evidenti se si arrivava ad un trattamento prolungato per un anno.

    Immagine tratta da: unsalottonelweb.net

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereFumoNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI