Fumo: anche poche sigarette danneggiano le arterie

Una recente ricerca mette in evidenza che anche chi fuma poche sigarette al giorno incorre nelle conseguenze determinate da una perdita di elasticità da parte delle arterie, soprattutto durante uno sforzo fisico

da , il

    fumo salute sigarette

    I danni che il fumo areca alla salute sono incalcolabili. Spesso c’è chi pensa che, limitando la quantità di sigarette, possa risolvere il problema delle conseguenze negative che il fumare porta con sé, in realtà non è proprio così, perché anche poche sigarette, pure una al giorno, possono danneggiare le arterie. Ad affermarlo è uno studio del McGill University Health Centre in Canada.

    La ricerca in questione è riuscita a mettere in evidenza che anche una sola sigaretta al giorno è in grado di ridurre del 25% l’elasticità delle arterie negli individui che hanno un’età compresa tra i 18 e i 30 anni. Tutto ciò può avere delle conseguenze piuttosto gravi. Infatti bisogna tenere presente che, nel caso in cui le arterie diventano più rigide, i vasi sanguigni oppongono maggiore resistenza al processo di circolazione del sangue messo in atto dal cuore. In questo modo l’attività cardiaca diventa più complicata e può aumentare il rischio di incorrere in un infarto o in un ictus.

    Gli studiosi sono arrivati a questa conclusione, prendendo in considerazione alcuni giovani fra i 20 e i 24 anni, che avevano dichiarato di limitarsi a fumare poche sigarette nel corso della giornata. Si è potuto riscontrare che, sottoposti a sforzo fisico, i soggetti erano caratterizzati da una minore elasticità delle arterie. Al contrario, se si sottopongono a sforzo fisico i non fumatori, l’elasticità delle loro arterie aumenta. Un vero rischio dunque anche per i fumatori occasionali.

    In effetti non va dimenticato che a causa del fumo il nostro corpo diventa non in grado di resistere ad uno stress fisico improvviso.