Fumare: smettere causerebbe tristezza e malumore

Fumare: smettere causerebbe tristezza e malumore

Uno studio canadese ha scoperto che alla base dell’insorgenza di disturbi depressivi, quando si smette di fumare, vi è un aumento, in specifiche aree cerebrali, di un’enzima

da in Ansia, Dipendenze, Enzimi, Psicologia, Smettere Di Fumare
Ultimo aggiornamento:

    fumare smettere tristezza

    Smettere di fumare causerebbe sentimenti di tristezza e malumore. Questo è il risultato di uno studio canadese. Per quanto sia risaputo che il fumo è la causa di molte patologie, quasi tutti i fumatori non riescono a smettere per vari motivi: la dipendenza, l’aumento di peso, e l’insorgenza di sentimenti tristi e ansiosi. Quest’ultimo sintomo sembrerebbe dipenda da un enzima presente nel cervello.

    Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori del Centre for Addiction and Mental Health e dell’Università di Toronto, su 24 fumatori sani, dei quali la metà fumava dalle 15 alle 24 sigarette al giorno, e l’altra metà oltre le 25. Dopo una serie di esami, tra i quali la Pet, gli scienziati hanno scoperto che la causa dell’insorgenza dei sentimenti negativi e dell’ansia contemporanei alla cessazione del fumare, è un’alterazione a livello di un enzima, la monoamina-ossidasi A (Mao-A), che metabolizza le sostanze chimiche che migliorano l’umore.

    Questo enzima è uno dei bersagli neuronali della nicotina, e l’aumento dei suoi livelli in specifiche aree cerebrali come la corteccia prefrontale o quella cingolata anteriore, causa gli episodi depressivi. Questa scoperta potrà, in futuro, aiutare i fumatori incalliti a smettere e ad abbandonare il vizio, creando dei farmaci inibitori dell’enzima monoamina-ossidasi . Ecco perché presto potrà iniziare un’altra ricerca con questo fine.

    289

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaDipendenzeEnzimiPsicologiaSmettere Di Fumare
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI