NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Frattura scomposta: sintomi, cause e cure

Frattura scomposta: sintomi, cause e cure

Una frattura scomposta si ha quando le estremità dell’osso rotto sono separate o angolate

da in Fratture, Ossa
Ultimo aggiornamento:

    frattura scomposta sintomi cause cure

    Una frattura scomposta si viene a determinare quando le estremità dell’osso fratturato sono separate o angolate. In questi casi la deformazione dell’osso può essere anche visibile. Attraverso il ricorso alla radiografia si può capire come sono allineati i diversi frammenti ossei e quindi si può effettuare una specifica diagnosi. Fra i sintomi più caratteristici c’è la comparsa di un dolore acuto, che è accompagnato da gonfiore e tumefazione. Le cause sono da rintracciare soprattutto in traumi violenti o in alcune patologie, le quali possono essere considerate veri e propri fattori di rischio. Per rimediare, si deve immobilizzare la parte del corpo coinvolta e procedere al riallineamento delle fratture. A questo scopo a volte può essere necessario un intervento chirurgico.

    I sintomi

    Il dolore improvviso e forte è il sintomo più evidente di una frattura ossea scomposta. La sensazione dolorosa diventa più intensa, se si prova a caricare un peso. Dopo qualche ora dal verificarsi del trauma, ci si accorge della comparsa della tumefazione e del gonfiore che interessano le parti molli intorno all’osso leso.

    Si notano anche delle ecchimosi, che sono provocate dalla perdita di sangue dall’osso o dai tessuti vicini.

    Se la frattura si verifica in una zona lontana dal cuore, per esempio al polso, ad un dito, al metacarpo della mano, alla tibia e al perone, all’omero o all’estremità di un arto, compare un caratteristico colore bluastro.

    Le cause

    Le cause di una frattura scomposta sono rappresentate da un trauma ad impatto violento, dovuto ad un incidente, ad una caduta, ad una contusione o ad un movimento insolito. Non sono comunque da sottovalutare alcuni particolari fattori di rischio, che espongono maggiormente al pericolo.

    Si tratta in genere di alcune malattie. Osteoporosi, infezioni, tumori ossei rendono più debole lo scheletro, predisponendo con più facilità a far incorrere in una rottura delle ossa.

    Le cure

    Le cure per una frattura scomposta prevedono inizialmente l’uso di farmaci antidolorifici per dare sollievo dal dolore. Si utilizza in genere il paracetamolo, mentre si evita l’assunzione di aspirina o di FANS, perché si può rendere più grave il sanguinamento.

    Poi si deve procedere al riallineamento dei frammenti ossei, anche mediante un intervento chirurgico, specialmente nel caso in cui si ha a che fare con un’articolazione o con il femore. Solo dopo di tutto ciò si provvede ad immobilizzare la parte interessata con il gesso.

    Si può ricorrere anche alla trazione, per mantenere le ossa allineate, mentre la frattura affronta il processo di guarigione.

    525

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FrattureOssa
    PIÙ POPOLARI