Frattura alle costole: sintomi, cura e guarigione

Frattura alle costole: sintomi, cura e guarigione

frattura alle costole sintomi cura guarigione

La frattura alle costole avviene per un trauma diretto, che può essere determinato dallo schiacciamento o dallo sfondamento. Nei soggetti anziani, che sono affetti da osteoporosi, la causa della frattura alle costole può essere costituita anche da un abbraccio o dall’accalcamento di una folla. Il pericolo più grande dell’incrinatura delle costole o della loro completa frattura è rappresentato dai possibili danni agli organi interni, come i polmoni, il cuore, il fegato, la milza o le arterie del torace. Pur essendo una frattura rara, comunque deve essere trattata in maniera adeguata, per scongiurare il rischio di morte a causa della lesione di strutture interne.

Frattura alle costole: sintomi da tenere in considerazione

I sintomi della frattura alle costole sono molto indicativi. La manifestazione sintomatica principale è costituita dal dolore che interessa la zona con le costole incrinate. Altri sintomi sono rappresentati dalla tumefazione che si può notare o dall’ematoma, che può essere interno o esterno.

Le fitte dolorose possono essere avvertite soprattutto nel corso della respirazione o quando si esercita sul torace una pressione con le dita oppure quando effettuiamo movimenti con il torace o con il dorso. Il tutto può comportare anche dispnea.

Da non dimenticare che il movimento delle costole fratturate, nel corso della respirazione, può determinare una diminuzione della circola venosa, con un possibile conseguente shock cardiogeno.

Frattura alle costole: cura a cui ricorrere

Qual è la cura per la frattura alle costole? Innanzi tutto, subito dopo il trauma, è opportuno mettere del ghiaccio sulla zona lesa, tenendo a riposo il torace. Dopo una corretta diagnosi tramite una radiografia, un certo beneficio può essere derivato dalla predisposizione di un apposito bendaggio, in modo da ricevere il sostegno necessario. Attenzione comunque, perché è stato dimostrato che una radiografia su tre non riesce ad individuare le fratture.

Inoltre naturalmente bisogna assicurasi che la fasciatura non ostacoli la ventilazione, ma si limiti a contenere i movimenti del torace. La più efficace terapia per la frattura costale è costituita dalla magnetoterapia, la quale è in grado di velocizzare la guarigione della frattura alle costole, consolidando la lesione e rendendo più rapidi i tempi che occorrono per la formazione del callo osseo.

Nel caso delle fratture ossee gli ultrasuoni si sono rivelati ottimi alleati della guarigione. Contro il dolore intenso il medico può decidere se prescrivere dei farmaci antinfiammatori, per alleviare, almeno temporaneamente, i dolorosi sintomi delle costole incrinate.

Frattura alle costole: guarigione

La guarigione della frattura alle costole è un processo che richiede tempo. Ma quali sono nello specifico i tempi di guarigione di una frattura alle costole? Dobbiamo ricordarci, in termini di prognosi per una frattura alle costole, che, dopo il trauma e a partire dall’assorbimento del possibile ematoma che si è formato, ci vogliono tre settimane, per poter ritornare a compiere tutti i movimenti. Nel giro di un mese si torna ad essere come prima, pur potendo continuare ad avvertire qualche fastidio di poco conto.

588

Leggi anche:Lussazione anca: cause, sintomi e guarigioneDolore a una costola: cause e rimediTumore utero: con il pap test, guarigione aumenta del 92%Pancreas: la chirurgia aumenta le possibilità di guarigione dal tumore

Segui Tanta Salute

Mer 24/10/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
DANILO 24 maggio 2013 10:08

frattura incompleta della 7 costa . che fare , e grave ? e quali sono i tempi di recupero ?

Rispondi Segnala abuso
Seguici