Fondo anticancro: 500 mln per garantire le cure a migliaia di pazienti con farmaci innovativi

Fondo anticancro: 500 mln per garantire le cure a migliaia di pazienti con farmaci innovativi
da in Cancro, News Salute, Ricerca Medica, Tumori
Ultimo aggiornamento:
    Fondo anticancro: 500 mln per garantire le cure a migliaia di pazienti con farmaci innovativi

    La nuova Legge di Bilancio, per la prima volta, prevederà l’istituzione di un Fondo Anticancro di 500 milioni di euro per garantire le cure a migliaia di pazienti affetti da qualsiasi forma di tumore.
    Il presidente dell’AIOM, Carmine Pinto, ha deciso di suggellare un ‘Patto contro il cancro‘, ovvero “un’alleanza tra oncologi, governo e Istituzioni, capace di mobilitare risorse e di dare una risposta concreta alle richieste dei pazienti oncologici italiani, sul modello di programmi già lanciati negli Stati Uniti”.
    La manovra si pone il preciso obiettivo di creare un fondo anticancro per i farmaci oncologici innovativi, che garantiscano ai pazienti migliori risultati nella lotta al tumore.

    Da tempo è ormai risaputo che l’Italia non sostiene la lotta al tumore come Francia e Germania. I due stati, infatti, nel 2014 spendevano tra i 4,2 fino a 6,2 miliardi di euro per i farmaci anticancro, mentre l’Italia era ferma a 2 miliardi. Ma proprio in questi giorni il 41° Congresso della Società europea di Oncologia Medica ha visto le nostre istituzioni rappresentanti più determinate che mai nell’incentivare nuove cure innovative contro le malattie oncologiche.
    “Il Governo Renzi ha compreso l’importanza della nostra iniziativa, che si inserisce in un progetto più ampio, decisivo per milioni di cittadini, il ‘Patto contro il cancro’”. Carmine Pinto si ritiene soddisfatto per l’annuncio del Presidente del Consiglio Renzi, che ha deciso di aumentare lo stanziamento per il Fondo sanitario nazionale da 111 a 113 miliardi di euro e di vincolarne una parte, 500 milioni, per i trattamenti anticancro.

    I risultati delle recenti ricerche scientifiche hanno evidenziato che solo nel 2016, in Italia, sono stati diagnosticati oltre 365 mila nuovi casi di tumore. Un numero in evidente e continua crescita ma che stimola e mobilita il governo a rivoluzionare il proprio operato in campo sanitario.
    Il presidente dell’AIOM spiega infatti che “i farmaci oncologici innovativi in arrivo, ovvero quelli per cui l’Agenzia italiana del farmaco riconosce un vantaggio rilevante nelle singole neoplasie in termini di allungamento di sopravvivenza e qualità di vita sono sette, dunque non moltissimi anche se estremamente rilevanti: si tratta di molecole già in uso e rimborsabili ma che hanno avuto un allargamento di indicazioni per l’utilizzo in altre neoplasie o di farmaci completamente nuovi”. Sette farmaci salvavita, quindi, finalizzati alla guarigione e all’allungamento della vita di molti pazienti.

    Dal 2011, il tasso di mortalità tra pazienti con tumore ha subito una riduzione, lo conferma Carmine Pinto, ma aggiunge “Le proiezioni per il 2016 confermano il deciso declino di mortalità a livello europeo per il cancro del polmone nei maschi e il suo aumento nelle donne. Un andamento simile si registra anche in Italia con un decremento della mortalità negli uomini del 2,6% annuo dal 1999 al 2016 rispetto a un aumento del 2% fra le femmine, dovuto al preoccupante aumento del vizio del fumo nelle donne”.
    Importante è quindi l’assistenza e il deciso intervento economico delle istituzioni, ma fondamentale è anche la volontà di vivere una vita sana che elimini le brutte abitudini.

    562

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CancroNews SaluteRicerca MedicaTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI