Folina: a cosa serve e quali sono gli alimenti che la contengono

Folina: a cosa serve e quali sono gli alimenti che la contengono
da in Alimentazione, Vitamina B, Vitamine
Ultimo aggiornamento: Domenica 17/04/2016 08:19

    folina a cosa serve alimenti

    La folina è un prodotto a base di acido folico o vitamina B9. Si tratta di una sostanza che non è prodotta dall’organismo e che quindi deve essere introdotta per mezzo dell’alimentazione. Le sue funzioni nel corpo umano sono di notevole importanza, in quanto svolge un ruolo essenziale nel favorire la moltiplicazione delle cellule, nella formazione dei globuli rossi e nel mantenere in equilibrio il sistema nervoso. Inoltre potrebbe essere implicata nella prevenzione delle patologie cardiovascolari. Per le reazioni biochimiche che favorisce è indicata soprattutto nelle donne in gravidanza per prevenire malformazioni nel feto.

    A cosa serve
    folina a cosa serve

    La folina serve a fare in modo che non si manifestino tutti quei sintomi che sono propri degli stati di carenza di acido folico, come, ad esempio, la mancanza di appetito, l’apatia, la stanchezza, i problemi di memoria, le ulcerazioni della mucosa orale. E’ molto importante l’assunzione della vitamina B9, specialmente nel corso dell’infanzia, per evitare problemi di crescita. Nemmeno gli adulti non ne possono fare a meno, perché possono incorrere in delle situazioni di carenza a causa di alterazioni della flora batterica, magari in seguito alla somministrazione di antibiotici.

    Contrasta l’anemia
    folina anemia

    La sostanza in questione riesce a contrastare efficacemente l’anemia, in quanto è coinvolta nella formazione dei globuli rossi. Il fegato si configura come il maggior deposito di folina, che, a partire da questo organo, viene distribuita a tutti i tessuti. In essi interviene in differenti reazioni che riguardano il metabolismo degli aminoacidi e degli acidi nucleici. Si tratta di processi fisiologici fondamentali, che permettono all’acido folico di rientrare nella prevenzione delle malattie infiammatorie, cardiovascolari e neurodegenerative. In gravidanza non deve essere sottovalutata, perché aiuta a prevenire eventuali malformazioni.

    Gli effetti collaterali
    folina effetti

    Tuttavia non bisogna esagerare, perché fra gli effetti collaterali ci possono essere nausea (specialmente a digiuno), dolori addominali, irritabilità. Inoltre, prima di passare all’assunzione di folina, è bene rivolgersi al medico, in modo che egli possa valutare il quadro di salute del paziente. E’ da ricordare a questo proposito che ci sono delle possibili interazioni con i farmaci. In particolare gli antinfiammatori possono determinare una riduzione dell’efficacia terapeutica della folina, mentre quest’ultima potrebbe interferire con i meccanismi innescati da anticonvulsivi e antiepilettici.

    Gli alimenti
    folina alimenti

    Gli alimenti che contengono folati sono numerosi e non dovrebbero mancare nella nostra dieta. Si tratta sostanzialmente di verdure a foglia verde, come spinaci, cavolo, cime di rapa e broccoli, frutta (arance, avocado e fragole), legumi (fagioli e piselli secchi), asparagi e carne. Anche i cereali costituiscono un’ottima fonte di acido folico, se non prendiamo ogni giorno un multivitaminico. In ogni caso bisogna tenere presente che spesso sull’etichetta dei prodotti che compriamo al supermercato possiamo trovare la dicitura “arricchito”. Questo significa che è stata aggiunta dell’acido folico. Questa indicazione può essere rintracciata su pasta, riso, pane bianco, panini integrali, biscotti, crackers, farina d’avena istantanea.

    672

    LEGGI ANCHE