Fitwalking: camminare per stare bene

Fitwalking: camminare per stare bene

Camminare per la salute è una abitudine che ormai molti cittadini hanno riconsiderato, complice anche la vita sedentaria della metropoli, che chiede e urla movimento, ginnastica, fitness e sport nel tempo libero

da in Benessere, Cellulite, Fitness, Terapie Alternative
Ultimo aggiornamento:

    Camminare in città

    Camminare per stare in forma, è una tendenza che sempre più piace, specialmente per chi non ha voglia di chiudersi in una palestra e di fare esercizio alle macchine: camminare fa bene, ed è anche molto bello se si riesce a farlo in un luogo aperto, nel parco o nelle periferie delle campagne. Ma per stare bene è sufficiente camminare?

    Sembra proprio di sì, o almeno che sia una ottima base per la salute. Tutti possono camminare: in casa nel tapis roulant, per strada mentre si va al lavoro, mentre si fanno le spese, ma specialmente può essere una buona idea per conciliare lo svago del tempo libero con la salute.

    Per fare bene sono pochi gli accorgimenti da prendere: primo e importantissimo le scarpe giuste. E’ vero che si può pensare all’estetica e alla moda, ma avere ai piedi delle scarpe comode e tecniche è indispensabile per poter pensare di usare la camminata a fini salutari. Scarpe da ginnastica concepite per il Fitwalking per il tempo libero o mocassini di pelle con suola in gomma per le camminate funzionali, il piede vi ringrazierà.

    Camminare aiuta a sciogliere i cuscinetti di grasso sulle coscie, per le donne, e la pancetta, per l’uomo. Serve a favorire la circolazione e a equilibrare il sistema cardiocircolatorio: mezz’ora di camminata al mattino e mezz’ora la sera, per chi lavora fuori casa, tre quarti d’ora per chi preferisce usufruire del tempo serale, sono l’ideale per stare bene.

    Un piccolo accorgimento per la cattiva stagione: per non ammalarsi di tosse, raffreddore e problemi legati all’inquinamento delle città bisogna cercare di vestirsi in maniera adeguata, con abiti traspiranti e non troppo pesanti, che proteggono dal freddo e dall’umidità ma permettono di non sudare. Se l’inquinamento è pesante si possono sfruttare delle mascherine contro le micropolveri, per attraversare le zone di traffico, oppure il classico foulard, che messo sulla bocca non trattiene come un microfiltro, ma almeno limita del 40% circa l’ingestione degli inquinanti.

    Camminare non è così facile: per farlo bene bisogna tornare ai tempi della ginnastica, quando il professore vi diceva di rimanere con la schiena dritta, fare un passo deciso, appoggiare la pianta del piede dritta, evitare di distribuire il peso solo su una gamba, bilanciare il movimento e avere una cadenza ritmica, fondamentale per non rimanere bloccati con i crampi al polpaccio e alla coscia.

    Una volta applicate queste piccole regole di base non vi rimane che cominciare a camminare con grande entusiasmo: noterete come sarà bello poter mangiare tutto quello che vi pare senza ingrassare e senza soffrire per problemi di digestione, facendo grande invidia. Ricordate però il reintegro dei sali minerali e dei liquidi, altrimenti potreste avere dei problemi di sovraccarico e di stanchezza eccessiva.

    Foto da Google

    539

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCelluliteFitnessTerapie Alternative
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI