Fitness: le strategie dell’allenamento funzionale

L’allenamento funzionale è una tecnica di fitness di cui si parla poco in Italia e che permette di rendere più funzionale il corpo nei movimenti quotidiani attraverso l’uso di palla e corda e strumenti tecnologici innovativi

da , il

    allenamento funzionale

    Si chiama allenamento funzionale e si basa su una sorta di approccio integrato tra i tradizionali modelli e la messa in atto delle ultime e innovative conoscenze e metodologie nel campo del fitness. Si tratta di una tecnica che prevede l’utilizzo di vari tipi di attrezzi, che è nata negli Stati Uniti e che è arrivata nel nostro Paese soltanto da qualche anno.

    L’obiettivo principale di questo genere di ginnastica è quello di fare in modo che il nostro corpo diventi più agile e funzionale nel mettere in atto tutte le operazioni e i movimenti che compiamo nel corso della vita quotidiana. Bisogna infatti ricordare che i movimenti che di solito compiamo richiedono l’applicazione di strategie muscolari complesse, i cui criteri di allenamento non sempre vengono soddisfatti dagli allenamenti tradizionali che si fanno in palestra.

    Per poter beneficiare dei vantaggi del fitness funzionale bisogna dedicare ad esso 30 minuti. I primo 10 minuti sono dedicati al corpo libero, poi si passa all’uso degli attrezzi. In particolare la tecnica vengono utilizzati palla medica, kettlebell e corda. Con quest’ultima è possibile proporre strategie ottime di allenamento per i bicipiti, per i tricipiti e per i pettorali. Tutti possono praticare l’allenamento funzionale, naturalmente, a secondo della propria forma fisica, ognuno può scegliere gli esercizi che fanno al suo caso.

    Questa tecnica si può servire dell’ausilio anche di strumenti tecnologici. Fra questi possiamo ricordare lo Zero Multifunction Training e il Fit Surf Indoboard. Il primo consiste in una piattaforma circolare in cinque colori in grado di stimolare la percezione e il controllo posturale dinamico. Il secondo è una tavola ovale con supporti che rendono instabile, in modo da sviluppare coordinamento e senso di equilibrio.

    Immagine tratta da: silvasplendid.it