Finanziaria 2008: novita’ per il SSN

Finanziaria 2008: novita’ per il SSN
da in Ministero della Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    finanziaria

    Finanziamenti per i nuovi ospedali, per la costruzione di nuovi centri diagnostici e di servizio e per le nuove tecnologie, che consistono in uno stanziamento iniziale di tre miliardi di euro per ammodernare le strutture sanitarie e per costruire dei nuovi centri ospedalieri. In previsione inoltre, per gli anziani, la costruzione di strutture nuove idonee al loro accoglimento e al trattamento delle loro malattie.

    Tra gli emendamenti approvati anche quello inerente l’atteso aumento del fondo per i LEA, che sale dagli attuali 97,040 miliardi del 2007 ai 101,457 miliardi di euro del 2008: ben 10,434 miliardi in piu’ rispetto al 2006, ma che comprendono anche i fondi per il rinnovo contrattuale del personale e per la garanzia della erogazione delle prestazioni mediche dentro e fuori le cliniche e le visite specialistiche e a dmincilio; per il sistema di accoglimento dei pazienti negli ospedali, invece, saranno aboliti i ticket per ricette delle prestazioni diagnostiche e specialistiche.

    Buone notizie anche in ambito di non-autosufficienza: cresceranno i fondi a disposizione salendo in totale a 400 milioni di euro e saranno stanziati dei fondi mirati alla realizzazione di centri per le cure palliative e per le unita’ di risveglio dal coma e di terapia intensiva, che nella fattispecie saranno suddivisi in 150 milioni di euro per le strutture dedicate alle cure palliative, 100 milioni di euro per le unita’ di risveglio dal coma, 10 milioni di euro per le patologie neonatali.

    Piu’ soldi per le attivita’ di prevenzione alla malattia e di promozione della salute destinate ai lavoratori, per contrastare il grave accaderedelle morti bianche, mentre attivita’ di sensibilizzazione e di formazione saranno destinate ai lavoratori per renderli eruditi sulle malattie professionali e sulla salubrita’ dei luoghi di lavoro, comprensivi dei corsi previsti dalla vigente normativa nazionale in materia.

    Saranno inoltre stanziati i finanziamenti alle Regioni per il vaccino contro il cancro alla cervice uterina, perche’ applichino la gratuita’ del vaccino contro l’HPV, da garantire a circa 250 mila ragazze ogni anno.

    Una nota di colore nella Finanziaria approvata ieri in Senato: saranno previste per la prima volta in Italia delle politiche di risparmio del farmaco, che consistono nella possibilita’ di riciclare legalmente all’interno di ASL e RSA i farmaci dei pazienti che non consumano tutto il medicamento, ad esempio perche’ terminano la cura o avanzano di una parte del prodotto.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ministero della SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI