Fibrillazione muscolare: sintomi, cause e cosa fare

Fibrillazione muscolare: sintomi, cause e cosa fare

Cos’è la fibrillazione muscolare? Quali sono i sintomi, le cause e cosa si deve fare? L’alterazione della normale contrattilità muscolare può interessare anche il cuore

da in Cuore, Malattie, Muscoli
Ultimo aggiornamento:

    fibrillazione atrialeEp

    Cos’è la fibrillazione muscolare? Quali sono i sintomi e le cause? Cosa si deve fare? La fibrillazione è un’alterazione della normale contrattilità dei muscoli, compreso il cuore. Quella muscolare è un fenomeno caratterizzato dalla contrazione fine e irregolare di singole fibre dei muscoli scheletrici. Erroneamente può essere confusa con la fascicolazione che è, invece, una contrazione involontaria dei muscoli talvolta sintomatica di qualche patologia neurologica più (o meno) grave. La fibrillazione atriale e la fibrillazione ventricolare sono contrazioni anomale della muscolatura del cuore che alterano la regolarità del ritmo cardiaco. Anche in caso di SLA (sclerosi laterale amiotrofica) durante l’elettromiografia possono essere rilevati potenziali di fascicolazione e fibrillazione.

    Tipologie, cause e sintomi
    In caso di fibrillazione atriale il normale ritmo del cuore è sostituito da una serie di contrazioni anomale ad altissima frequenza (400-500/min) che non permette agli atri di funzionare regolarmente. Sintomi tipici di questo tipo di fibrillazione sono il cardiopalmo, il senso di angoscia e di oppressione retro sternale e le alterazioni dell’elettrocardiogramma. Tra le cause più comuni della fibrillazione atriale si riscontrano l’ipertensione, le malattie valvolari, l’intossicazione da digitalici e l’ipertiroidismo.

    Diversi, invece, i sintomi della fibrillazione ventricolare, che è caratterizzata da contrazioni ventricolari di elevata frequenza, irregolari e non coordinate nel tempo e nell’intensità. Tale aritmia è spesso la conseguenza di alterazioni legate a cardiopatie organiche (infarto), ad intossicazioni acute oppure alla stimolazione diretta del cuore (chirurgia cardiaca). In questo caso l’elettrocardiogramma mostra una serie ininterrotta di ondulazioni anomale, con frequenti pause elettriche assolute.
    Cosa fare e possibili cure
    Chi soffre di fibrillazione atriale può condurre una vita normale e attiva: in alcuni pazienti la terapia riesce a ripristinare addirittura la frequenza cardiaca normale. In caso di dolori dettati da fibrillazione muscolare importante, però, è bene rivolgersi tempestivamente al proprio medico curante o al pronto soccorso più vicino. Gli specialisti, quindi, valuteranno le terapie più indicate. In caso di fibrillazione atriale, generalmente la medicina si avvale di farmaci antiaritmici e anticoagulanti, della cardioversione elettrica, di defibrillatori atriali e dell’ablazione transcatetere. La fibrillazione ventricolare può essere tenuta sotto controllo anch’essa con i farmaci specifici differenti, con l’impianto di defribrillatori ventricolari e con l’ablazione transcatetere.

    520

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuoreMalattieMuscoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI